Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 17 Ottobre |
Sant'Ignazio di Antiochia
Aleteia logo
home iconApprofondimenti
line break icon

Sinodo sulla famiglia: quello dei vescovi non è quello dei media

Jeffrey Bruno

Massimo Introvigne - La nuova Bussola quotidiana - pubblicato il 27/06/14

«Senza famiglia l’uomo non può uscire dal suo individualismo», ma nello stesso tempo oggi l’individualismo attacca la famiglia. Per difenderla, non può mancare la «promozione di leggi giuste, come quelle che garantiscono la difesa della vita umana dal suo concepimento e quelle che promuovono la bontà sociale del matrimonio autentico tra l’uomo e la donna». E non può mancare una spiritualità della famiglia, a proposito della quale molte risposte hanno insistito sulla preghiera familiare, la devozione popolare e «l’importanza di vivere il sacramento della riconciliazione e la devozione mariana». Diverse risposte criticano i corsi prematrimoniali, nei confronti dei quali si riscontra una vasta insoddisfazione. I fidanzati li seguono con «poca attenzione»; «le coppie si presentano spesso all’ultimo momento, avendo già fissato la data del matrimonio, anche quando la coppia presenta aspetti che necessiterebbero di particolare cura». 
Il secondo capitolo raccoglie le risposte circa le sfide pastorali sulla famiglia. Parte dalla crisi della fede, insieme causa della crisi della famiglia e talora anche suo effetto: «La crisi nella coppia, nel matrimonio o nella famiglia si trasforma spesso e gradatamente in una crisi di fede». Questo genera problemi sia interni sia esterni alla famiglia. All’interno, «la mancanza di condivisione e comunicazione fa sì che ciascuno affronti le proprie difficoltà nella solitudine». Accanto al divorzio, «molti episcopati sottolineano con grande preoccupazione la massiccia diffusione della pratica dell’aborto. La cultura dominante sembra per molti aspetti promuovere una cultura di morte rispetto alla vita nascente […]. Non pochi interventi sottolineano come anche una mentalità contraccettiva segni di fatto negativamente le relazioni familiari». In questo clima nascono anche i terribili fenomeni della violenza sui bambini, della pedofilia (si fa cenno anche a quella dei sacerdoti, così nociva per la testimonianza della Chiesa) dell’incesto, della prostituzione infantile alimentata
dal turismo sessuale, delle dipendenze da droga, alcool e pornografia, che tutti condannano, spesso però dimenticando di porre attenzione alle loro cause profonde e «in particolare all’immagine di famiglia veicolata» dalla cultura dominante «e all’offerta di anti-modelli, che trasmettono valori errati e fuorvianti». 
Meno tragici, ma più diffusi sono «i problemi relazionali che i media, unitamente ai social network e internet, creano all’interno della famiglia. Di fatto, televisione, smartphone e computer possono essere un reale impedimento al dialogo tra i membri della famiglia, alimentando relazioni frammentate e alienazione: anche in famiglia si tende sempre più a comunicare attraverso la tecnologia. Si finisce così per vivere rapporti virtuali tra i membri della famiglia, dove i mezzi di comunicazione e l’accesso a internet si sostituiscono sempre di più alle relazioni». 
Ma le sfide alla famiglia vengono anche dall’esterno: dall’organizzazione moderna del lavoro, dalle vecchie e nuove povertà, dalle «pressioni culturali» fra cui «il consumismo», che genera anche l’idea del «“figlio ad ogni costo” e i conseguenti metodi di procreazione artificiale». E ancora il testo menziona le pressioni sui figli che derivano dal carrierismo, le guerre, le migrazioni forzate, «la diffusione di sètte, le pratiche esoteriche, l’occultismo, la magia e la stregoneria».
La terza parte del questionario riguarda le «situazioni difficili». Si parte dalle convivenze, spesso fondate su «un’idea di libertà che considera il legame matrimoniale una perdita della libertà della persona». Di fronte a questo diffuso rifiuto del matrimonio «si ritiene essenziale aiutare i giovani ad uscire da una visione romantica dell’amore, percepito solo come un sentimento intenso verso l’altro, e non come risposta personale ad un’altra persona, nell’ambito di un progetto comune di vita, in cui si dischiude un grande mistero e una grande promessa. I percorsi pastorali devono farsi carico dell’educazione all’affettività, con un processo remoto che inizi già nell’infanzia».

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Tags:
sinodo famiglia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
ORDINATION
Francisco Vêneto
Ex testimone di Geova verrà ordinato sacerdote cattolico a 25 ann...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni