Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 11 Aprile |
Domenica dell'Ottava di Pasqua
home iconChiesa
line break icon

Senza il peccato originale, Dio si sarebbe incarnato in Gesù?

© Universal Pictures

Novena.it - pubblicato il 25/06/14

Alla luce di quanto detto, la domanda del lettore andrebbe leggermente modificata. Non è conveniente mettersi a immaginare cosa sarebbe successo se l’uomo non avesse peccato. Non è nemmeno conveniente pensare a ipotetiche situazioni di trionfo. La domanda, non solo corretta, ma determinante per illuminare il senso della nostra vita è «perché Dio si è fatto uomo?», «qual è il senso profondo dell’Incarnazione?».

La Parola di Dio ci offre delle indicazioni da approfondire. La Scrittura attesta che «Dio è amore» (1Gv 4,16) e questo amore si è manifestato verso di noi in modo gratuito e in modo assoluto precede qualunque risposta da parte dell’uomo: «In questo sta l’amore: non siamo stati noi ad amare Dio, ma è lui che ha amato noi e ha mandato il suo Figlio come vittima di espiazione per i nostri peccati» (1Gv 4,10). Il motivo tradizionale dell’Incarnazione è presente, ma sia apre la strada ad una comprensione ulteriore, che pone il centro di tutto nel cuore di Dio, nel suo desiderio di amare. La liturgia ci offre, alla fine, una risposta ulteriore rispetto a quanto detto fino ad ora: «Padre santo, unico Dio vivo e vero: prima del tempo e in eterno tu sei, nel tuo regno di luce infinita. Tu solo sei buono e fonte della vita, e hai dato origine all’universo, per effondere il tuo amore su tutte le creature e allietarle con gli splendori della tua luce» (Prefazio della IV preghiera eucaristica).

Il desiderio del Padre di effondere il suo amore al di fuori di Sé stesso trova piena accoglienza nel Figlio fatto uomo. La corrispondenza d’amore vissuta all’interno del mistero della Trinità, trova una realizzazione adeguata nell’unica creatura capace di accogliere l’amore divino in modo divino: il Figlio incarnato. Questa corrispondenza d’amore è l’unica ragione adeguata che dà ragione delle azioni di Dio verso l’uomo: «Dio ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna» (Gv 3, 16). L’unica storia umana è stata segnata dal mistero del peccato. Ma tutto è avvolto da un mistero ancora più grande: quello dell’amore di Dio che chiede di essere corrisposto liberamente dall’amore delle sue creature.

La libertà richiesta perché la risposta d’amore sia piena è stata declinata dall’uomo nel rifiuto dell’amore attraverso il peccato. Per la sua misericordia, il Padre non ha abbandonato l’uomo in potere della morte, ma a tutti è venuto incontro nel dono del Figlio, che condividesse in tutto l’esperienza umana, segnata dal dolore e dalla morte, eccetto il peccato, perché nel suo amore il Figlio non può abbandonare né il Padre né i suoi fratelli: questo amore che lega nella comunione è la salvezza, cioè la vita in abbondanza donataci dal Figlio venuto nel mondo (cf Gv 10,10).

  • 1
  • 2
Tags:
gesù cristoincarnazionepeccato originale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni