Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 07 Marzo |
Sante Perpetua e Felicita
home iconChiesa
line break icon

La Bellezza rivelata: nella Trinità, Dio come un’ombra luminosa

Giulia Spoltore - Aleteia - pubblicato il 15/06/14

Analizziamo insieme un'opera del pittore Lorenzo Lotto

Questa volta approfondiremo il tema della Trinità attraverso un dipinto su questo tema del pittore Lorenzo Lotto. Quest’opera fu realizzata per la confraternita dei disciplinati bianchi della Ss.ma Trinità a Bergamo tra il 1523 e il 1524. Il professor Papa ci accompagna dapprima indagando sulla rappresentazione di Dio Padre per poi condurci a comprendere quest’opera.

Il professore ci mostra sapientemente come il dipinto di Lorenzo Lotto si differenzi dagli altri, ad esempio anche dalla più nota Trinità di Masaccio nella basilica di Santa Maria Novella a Firenze, per mostrarci qualcosa. Lotto vuole raccontarci quale sia la via per raggiungere il Padre e lo fa inserendo un’apparente anomalia iconografica: la prima persona della Trinità non è rappresentata più come “un anziano di giorni” (Dn 7,9), ma come un’ombra. Questo avviene per sottolineare quanto Gesù annuncia a Filippo “chi vede me vede il Padre” (Gv 14, 9). Tutto concorre al significato dell’opera per chi sa leggere le immagini, anche una fattoria nel paesaggio dipinto.

Gli anni bergamaschi di Lorenzo Lotto (1512-1525) sono certamente quelli di una maturità feconda, anni nei quali si era ormai costruito una “finissima cultura testuale e ipertestuale, un’impressionante strumentazione di retorica figurativa” (Gentili, 1998), ovvero un repertorio e una capacità di comunicarlo attraverso un linguaggio vicino alle persone, capace di emozionare. Questo pittore capace di grande teologia nelle immagini rimane tuttavia “con i piedi per terra” diremmo oggi. L’ampia documentazione su di lui ce lo racconta: probabilmente la sua cultura teologica gli era stata trasmessa oralmente e le sue letture erano quelle di carattere divulgativo (Prosperi 1999), ma il continuo confronto orale con la committenza colta e la perseveranza nella fede fino all’oblazione nella Santa Casa di Loreto (1554), dove rimase sino alla morte pochi anno dopo, furono sufficienti.

Tags:
arte cristianatrinità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
Gelsomino Del Guercio
Prete morto per Covid: lo aveva “profetizzato” in una...
3
SANREMO, FIORELLO, AMADEUS
Annalisa Teggi
10 canzoni che hanno parlato di Dio dal palco di Sanremo
4
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
5
FETUS 3 MONTH,
Padre Maurizio Patriciello
Puoi parlare di aborto perché tua madre non ti fece trascinare vi...
6
MADONNA
Maria Paola Daud
La curiosa immagine della Vergine Maria protettrice dal Coronavir...
7
Paola Belletti
Laura Magli, giornalista Mediaset: “Mi sento così amata dal...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni