Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 18 Giugno |
Beato Joseph-Marie Cassant
home iconNews
line break icon

La “tribù dei fantasmi”

AFP PHOTO/MILLIYET DAILY HANDOUT/BUNYAMIN AYGUN

Chiara Santomiero - Aleteia - pubblicato il 28/05/14

Il dramma degli albini d’Africa: la malattia è considerata una maledizione e molti bambini vengono seviziati e uccisi

In Africa la chiamano “la tribù dei fantasmi”, ombre bianche non camminano, ma spariscono. E’ la storia drammatica degli albini africani, denunciata dall’ arcivescovo di Tabora, in Tanzania, mons. Paul R. Ruzoka. Se ne parla poco e la denuncia del vescovo ha fatto tornare alla ribalta un dramma dimenticato.

Il vescovo ha usato parole forti: “E’ diabolico. Il fatto che un simile ‘olocausto’ si verifichi negli anni della civilizzazione, anni in cui l'uomo ha raggiunto molti, moltissimi, traguardi, rende la situazione tragica agli occhi di noi occidentali che non dovremmo permettere in assoluto simili sacrifici (il sismografo 27 maggio). Anche Papa Francesco nei mesi passati ha voluto che il dramma degli albini fosse discusso in un seminario di studio della Pontificia accademia delle scienze invitando a parlare un funzionario dell’Onu, Cristiano Gentili, che ha scritto un romanzo denuncia sulla tragedia degli albini.

La situazione è particolarmente grave in Tanzania, dove anche il governo ha deciso di occuparsene. Secondo Today.it (10 maggio) “il dramma di chi appartiene alla ‘tribù dei fantasmi’ è diventato una vera emergenza nazionale tanto che il governo ha dovuto creare rifugi specifici per centinaia di bimbi albini e ha creato una vera e propria task force per investigare sugli omicidi”.

In Tanzania c’è un albino ogni 1400 nati. L’albinismo è una malattia genetica di origine cromosomica che impedisce la funzione delle melatonina. Sono così tanti perché, per proteggersi, si sposano tra di loro aumentandone il numero. Ma razzismo e superstizioni li fanno diventare vere e proprie prede. La loro pelle è speciale e il loro corpo vale una fortuna. Vengono uccisi e mutilati, ma a volte mutilati ancora vivi, perché gli stregoni credono che più forti sono le urla di dolore di un albino, più hanno valore le parti del loro corpo. Orecchie, naso, lingua e genitali possono valere fino a 75 mila euro. La pelle sul mercato nero può raggiungere i sette mila euro, se è di un bambino. Alcuni pensano che avere rapporti sessuali con un albino possa curare l’Aids, e ciò spesso si traduce in violenze e stupri, nei confronti sia maschi che di femmine.

Il vescovo tanzano ha ricordato che dal 2007, sono stati segnalati più di 290 casi di bambini albini brutalmente attaccati e venduti a stregoni in Tanzania e in altre parti dell'Africa: “Tradizionalmente l’albinismo è considerato una maledizione o un tabù in Africa – spiega John Makumbe, professore albino di Scienza politica dell’università dello Zimbabwe e presidente della Zimbabwe Albino Association (ZAA) -. Molti credono che avere un parente albino sia una punizione degli dei nei confronti della famiglia” (il sismografo 27 maggio).

Finora sono state alcune ong, tra cui la cattolica italiana Cuamm (Collegio universitario assistenti medici missionari), a denunciare il dramma degli albini e ad occuparsi di loro. Ora dopo le parole del vescovo di Tabora, rilanciate a livello internazionale, anche il governo della Tanzania sembra muoversi. Il libro di Claudio Gentili si intitola “Ombra bianca” si può comperare in rete.

Tags:
africasocieta
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
conduttore rai 1 diventa prete
Gelsomino Del Guercio
Addio al giornalismo: Fabrizio Gatta, il volto noto di Rai1, dive...
3
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
4
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
5
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
6
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
7
ANDREA BOCELLI FATIMA
Paola Belletti
Andrea Bocelli a Fatima: “Maria è il percorso obbligatorio ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni