Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 08 Febbraio |
Beato Pio IX
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Perché la Terra Santa è custodita dai francescani?

frati francescani

© ATS Proterrasancta

Aleteia - pubblicato il 08/05/14

A poco più di 2 settimane dall'arrivo del papa in Terra Santa scopriamo l'origine dei frati che custodiscono i luoghi della Redenzione

"Siamo una fraternità di religiosi chiamata da Dio da tutte le parti del Mondo per una missione speciale: custodire i luoghi della Redenzione." Così recita l’identikit dei frati francescani che custodiscono i luoghi santi.
Ma perché proprio loro hanno questo missione?

Il carisma di un santo
L’origine risale a San Francesco d’Assisi quando, all’inizio del secolo XIII mosso dall’amore per Cristo Povero e Crocifisso, si recò in Medio Oriente per "toccare" quei luoghi che fino ad oggi costituiscono una testimonianza insostituibile della rivelazione di Dio e del suo amore per l’uomo. In quel suo pellegrinaggio, nonostante il guerreggiare delle crociate, incontrò e dialogò a Damietta, in Egitto, con il sultano Melek al-Kamel, il cui governo si estendeva fino alla Terra Santa. Fu un incontro pacifico, che diede inizio alla presenza dei francescani in Terra Santa e che segnò anche lo stile della presenza dei frati minori lungo il corso dei secoli, fino ad oggi.

Pietre vive
I frati non solo sono i “guardiani” delle pietre e dei luoghi, al fine di preservarne il valore, ma la loro missione è anche quella di rendere vive quelle pietre, fare in modo che esse parlino al cuore e alla mente di tutti coloro che intraprendono il pellegrinaggio di Terra Santa, per arrivare a vedere le “semplici pietre” come “pietre amate” attraverso la fede.

Il grande affetto dei papi per la Terra Santa
Nel 1947, Pio XII diceva ai francescani di Terra Santa: “Sappiamo che anche voi, come già fecero i vostri predecessori, lavorate diligentemente affinché nei luoghi santi affidati alla vostra custodia, si faccia il possibile per soddisfare al meglio la pietà dei fedeli”.

I frati sono dunque custodi della Terra Santa per volontà e mandato della Chiesa universale, un concetto ricordato anche da Paolo VI, primo Papa pellegrino in questi luoghi.

I figli di Francesco d’Assisi – secondo le parole di San Giovanni Paolo II – hanno saputo interpretare “in modo genuinamente evangelico quel legittimo desiderio di custodire i luoghi in cui si trovano le nostre radici cristiane”.

La preziosa opera della Custodia di Terra Santa è stata menzionata anche da Papa Benedetto XVI nel suo pellegrinaggio nel 2009: il Santo Padre ha calorosamente ringraziato i frati per essere presenza secolare in questi luoghi santi.

Attualmente la Custodia opera in Israele, Palestina, Giordania, Siria, Libano, Egitto e nelle isole di Cipro e Rodi. Vi lavorano circa 300 religiosi.

Tags:
terra santa
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Daily prayer
And today we celebrate...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
See More
Newsletter
Get Aleteia delivered to your inbox. Subscribe here.