Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 16 Ottobre |
Santa Margheria-Maria Alacoque
Aleteia logo
home iconChiesa
line break icon

Intimità spirituale e intimità familiare

Public Domain

<h2 class="itemTitle">Intimit&agrave; spirituale e intimit&agrave; familiare: l&rsquo;esperienza della fede e le trasformazioni dello stile nelle relazioni familiari.</h2>

Dimensione Speranza - pubblicato il 29/04/14


4.1 Maschile e femminile di fronte a Gesù

Anche qui, ancora una volta, non può essere trascurato il fatto che nei Vangeli la relazione che Gesù ha con le donne sia notevolmente diversa da quella che egli ha con gli uomini. E non si tratta di una differenza di tipo quantitativo, anzi. Gesù ha molte relazioni con il mondo femminile, talora "sconvenienti" rispetto all’impatto che avrebbero potuto avere (e che talora effettivamente avevano) all’interno di quel contesto culturale. Dunque, se appare vero che la differenza può essere ricondotta anche a ragioni di tipo culturale, queste non appaiono troppo vincolanti per l’uomo Gesù che in non poche circostanze mostra di sovvertirle. Ciò è a dire che se, ad esempio, appare sostenibile l’ipotesi secondo la quale la scelta di chiamare come discepoli dei maschi sia stata dettata da ragioni di tipo socioculturale, allo stesso tempo la cosa non dovrebbe condurre troppo sbrigativamente a concludere che il genere sessuale rispetto al ministero dell’apostolo sia indifferente in un contesto culturale in cui non sussistono più condizioni analoghe a quelle di allora.

4.2 Incomunicabilità strutturale dell’esperienza di Dio

Credo che tutto questo sia ancora una volta nella logica della reciprocità fra maschile e femminile. Allo stesso tempo, però, ciò che l’altro o l’altra potrebbe comunicarmi mi dice di un orizzonte del quale, tuttavia, potrei non scorgere nulla. E questo – come ho detto – non per difetto di comunicazione, ma per una diversità strutturale nei processi di cognizione.

In realtà, proprio per tutte le considerazioni fatte sin qui e che hanno evidenziato come alla radice di una tale diversità vi sia precisamente un diverso approccio cognitivo, strutturalmente connesso con il genere sessuale, anche l’intimità coniugale non si distanzia troppo da un tale dinamismo. In altre parole: l’altro conosciuto nell’intimità e, da ciò, la stessa realtà dell’intimità non corrispondono alla medesima esperienza pur essendo vissuti all’interno della medesima esperienza.

Anche questo è importante perché, ancora una volta, porta a considerare che maschile e femminile non sono complementari, ma reciproci. La differenza non corrisponde a una mera sfumatura terminologica.

Tuttavia dell’esperienza dell’intimità coniugale due sposi possono parlare (ancorché riconoscendo un limite cognitivo strutturale) a motivo del fatto che partecipino in quel momento della medesima realtà. Quando, invece, essi intendono comunicare di quell’esperienza che è Dio, essi non possono fare (se non in modo ana1ogicamente debole) la stessa cosa, giacché ciascuno non partecipa direttamente della medesima esperienza vissuta dall’altro.

5. Relazione e solitudine

Ritengo che la svolta interpersonale della psicoanalisi rappresenti una vera e propria rivoluzione copernicana per la psicologia e, all’interno di questa, per la clinica, ma poi, come del resto è accaduto per la psicoanalisi freudiana, con ricadute importantissime per l’antropologia e (almeno così credo o forse auspico) anche per la teologia. Sappiamo come il punto di partenza della psicoanalisi freudiana fosse intrapsichico fondamentalmente monopersonale. In un certo qual modo anche l’approccio sociale, che la prima psicoanalisi non aveva comunque ignorato, finisce per procedere da una tale impostazione fondamentale. La svolta interpersonale, fino alle attuali scuole intersoggettive, sottolinea il carattere strutturalmente relazionale anche di quelle istanze della personalità che perfino nel senso comune sono riconosciute come proprietà del singolo: l’identità, la personalità, i meccanismi di difesa, etc. Tutto ciò è buono e importante e offre un notevole contributo teorico anche per un raccordo con gli approcci sistemici alla personalità che in non poche situazioni della clinica, oltre che efficaci, non possono non finire per insinuare almeno un’ombra di sospetto sulla pretesa teoretica omnicomprensiva della psicologia individuale.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
Tags:
famiglia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
BERGOGLIO
Gelsomino Del Guercio
“Se non mi sposo con te, mi faccio prete”. Così parlò il futuro P...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni