Aleteia
domenica 25 Ottobre |
Sant'Antonio Maria Claret
Chiesa

Se nella Chiesa ci sono peccatori, come può essere santa?

HOLMDEL,NJ- The Eucharist in Monstrance in a early morning procession to the main altar at the 1st Annual Eucharistic Congress in the Diocese of Trenton.

Juan Ávila Estrada - Aleteia - pubblicato il 18/04/14

La sopravvivenza nel tempo è solo opera di Dio, perché se la nostra fosse una Chiesa fatta con il potere umano sarebbe stata destinata a soccombere

HOLMDEL (New Jersey, Stati Uniti) – Ostensione dell’Eucaristia in una processione al mattino presto verso l’altar maggiore al I Congresso Eucaristico Annuale nella diocesi di Trenton.

La storia, quando ben raccontata, con l’obiettività di chi sa studiarla e di chi la sa esporre, non mente; ma non mente neanche la Sacra Scrittura. Anni di sangue, sudore, lacrime ed evangelizzazione hanno sigillato le pagine scritte dalla Chiesa, con lo Spirito di Dio che non l’ha mai abbandonata alla propria sorte. Morte e dolore, testimonianza e persecuzione, carità e odio verso di lei l’hanno accompagnata dal giorno in cui lo Spirito di Dio è sceso a Pentecoste per dare forma a qualcosa che era andato forgiando a poco a poco e che in modo straordinario ha voluto perpetuare nel tempo fino al suo ritorno attraverso il sacerdozio ministeriale.

Nell’incessante e onesta ricerca della verità, della sua missione, ha commesso degli errori. Tormentata dalle persecuzioni iniziali, si è vista costretta a piegarsi alla protezione del potere politico tentando di sopravvivere e di riuscire a portare il Vangelo a tutte le Nazioni.

Essendo composta da uomini, peccatori come tutti quelli che abitano la terra, ma anche da grandi santi che hanno dato la propria vita per lei, ha resistito ai colpi del tempo, della persecuzione e degli scandali. La storia lo racconta, ci siamo sbagliati e ci sono enormi macchie che spiccano sulla bellezza del suo candore, che opacizzano quelle vesti bianche portate dagli eletti e segnati dal sangue dell’Agnello.

Guardando il suo presente, però, non possiamo negare che le promesse fatte da Gesù nella Sacra Scrittura si siano realizzate: “Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo” (Mt 28,20) e “le porte degli inferi non prevarranno contro di essa” (Mt 16,18). Questo ci assicura la sua presenza, il suo carattere perpetuo finché saranno necessarie la predicazione e la santificazione delle genti mediante i sacramenti, fino a che il sale della terra smetterà di essere necessario perché tutto sarà preservato dal male e sarà giunto definitivamente il Regno del nostro Salvatore.

Ci guardiamo con vergogna per tutto ciò che ha provocato un danno a causa di alcuni dei suoi membri, ma anche con speranza perché sappiamo in chi abbiamo riposto la nostra fiducia e che non ci deluderà. Perché è stato fedele all’alleanza con il suo popolo, quell’Alleanza nuova ed eterna sigillata con il Sangue di Gesù nell’Ultima Cena e attualizzata nel tempo per mano dei suoi ministri.

Ma questa Chiesa, amata da Gesù, fondata da Lui per fare di tutti un unico gregge sotto un solo pastore, è divinamente umana e umanamente divina. In essa spicca la miseria di noi che la formiamo, ma anche la grazia di chi la santifica. Le mani che alzano il pane consacrato nell’Eucaristia per ripetere “questo è il mio corpo… questo è il mio sangue” ed esserlo davvero perché possiamo nutrirci del nostro Dio e perseverare nella lotta contro il male che vuole divorarci come un “leone ruggente” davanti al quale bisogna resistere “saldi nella fede” (1 Pt 5,8-10).

Oggi scrivo a tutti coloro che non solo sono Chiesa perché un giorno sono stati “iscritti” in essa, come affermano molte volte, ma si sentono pietre vive dentro il Corpo vivente di Cristo; a tutti coloro che la amano e insieme a lei amano i suoi ministri, uomini peccatori che hanno bisogno della preghiera dei loro fedeli come questi ultimi chiedono la loro. Il fatto, non possiamo dimenticarlo, è che quando l’inferno ha voluto prevalere contro di lei, ha attaccato innanzitutto i suoi pastori per poter disperdere il gregge di Dio, ha sottolineato le miserie delle quali ciascuno è rivestito per ingannare e pretendere con questo di snaturare ciò che Dio può e sa fare attraverso coloro che ha scelto. “Dio ha scelto ciò che nel mondo è stolto per confondere i sapienti, Dio ha scelto ciò che nel mondo è debole per confondere i forti, Dio ha scelto ciò che nel mondo è ignobile e disprezzato e ciò che è nulla per ridurre a nulla le cose che sono” (1 Co 1,27).

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
chiesa cattolicapeccatopentecostesantita
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
POPE FRANCIS AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
La fake news sul Papa che giustifica le union...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
fedez don alberto ravagnani
Gelsomino Del Guercio
Fedez e don Alberto Ravagnani: confronto su s...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni