Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 15 Maggio |
Sant'Isidoro
home iconNews
line break icon

Ca’ Edimar, il villaggio dell’accoglienza

SEIU/Pablo Serano

Aleteia - pubblicato il 02/04/14

Una comunità nella periferia di Padova per ragazzi che vivono situazioni di disagio

Edimar era un menino de rua, un ragazzo di strada brasiliano. Faceva parte di una banda di ladruncoli e spacciatori di droga dedita alla vita randagia, condita da furti, omicidi, armi e bullismo. Un giorno conosce però Gloria, una professoressa di Comunione e Liberazione che si appassiona a lui e lo invita a partecipare alla vita del movimento. Edimar cambia radicalmente vita, tanto che i suoi vecchi compagni tornano a cercarlo per trascinarlo nuovamente nella spirale di violenza e droga. Lui si rifiuta e allora il capobanda lo uccide a colpi di pistola.

Ispirandosi a questo giovane, Mario Dupuis fonda nel 1996 a Padova un villaggio di accoglienza per minori. Oggi Mario ha quasi 64 anni, tre nipoti, due figli su questa terra e una figlia in cielo, che si chiama Anna ed è all'origine di questa strana vicenda che ha portato alla nascita di Ca' Edimar.

Secondogenita, per un'asfissia da parto Anna è nata con una grave malformazione del cervello e ha vissuto per 15 anni intense sofferenze senza potersi muovere. Ma è riuscita a creare un terremoto attorno a sé: “Ci ha aiutato a non fermarci all'apparenza delle cose – racconta Mario, secondo quanto riportato da “A Sua Immagine” -, a cogliere la bellezza dentro a un corpicino addolorato”. Nel breve periodo che le è stato dato da vivere, Anna “è riuscita a cambiare il nostro cuore, trasmettendoci l'attaccamento alla verità della persona”.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
adolescenti
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
6
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni