Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 13 Giugno |
Sant'Antonio da Padova
home iconChiesa
line break icon

La professione di avvocato penalista è compatibile con l’essere un buon cristiano praticante?

© Public Domain

padre Angelo Bellon, o.p. - Amici Domenicani - pubblicato il 20/03/14

Anche la disciplina forense prevede che l'imputato abbia sempre un difensore

Quesito

salve Padre Angelo,
sono un ragazzo giovane che da un anno svolge la pratica per diventare avvocato. Siccome la materia del civile non mi interessa più di tanto, sono intenzionato a svolgere la professione di avvocato penalista. Purtroppo però sono preso da molti dubbi. Sono un cattolico praticante come anche la mia famiglia e, quindi, sono preoccupato di come possa conciliare tale professione con l’essere un cattolico praticante. Le vorrei chiedere se le due cose sono compatibili. E’ moralmente lecito difendere per esempio un omicida o uno stupratore o comunque un soggetto che si macchia di crimini del genere, o, un qualsiasi cliente che ha commesso un reato qualsiasi e non ha intenzione di confessare? Supponiamo che io da avvocato penalista mi ritrovi un giorno a difendere un cliente e sono consapevole del fatto che è sicuramente colpevole, ossia, che si è macchiato di uno dei crimini sopra menzionati, ma il cliente non vuole confessare, come dovrebbe comportarsi a questo punto un ragazzo come me che desidera intraprendere tale professione ma che al tempo stesso vuole essere un buon cristiano praticante?


Risposta del sacerdote

Carissimo,
1. San Tommaso dice che “al reo che viene accusato è lecito difendersi nascondendo nei debiti modi la verità che non è tenuto a confessare: p. es. non rispondendo alle domande a cui non è tenuto a rispondere. E questo non è un difendersi con la falsità, ma un uscir fuori con prudenza. Al contrario non gli è lecito dire il falso; e neppure ricorrere alla frode o all’inganno, poiché la frode e l’inganno equivalgono a una menzogna. E questo è precisamente difendersi con la falsità” (Somma teologica,II-II, 69, 2).

2. Altri dicono che in forza del diritto naturale il reo può negare di avere commesso un delitto. Questa negazione viene intesa anche dai giudici come una restrizione mentale giustificata dalla sua condizione di imputato. Del resto il compito di trovare la verità, con tutte le sue sfumature e attenuanti, è del giudice, non dell’imputato.

3. I moralisti dicono che la stessa cosa può fare l’avvocato difensore, il quale parla in nome dell’imputato.
Certo, né il reo né l’avvocato difensore possono difendere la loro causa incolpando ingiustamente altri o anche danneggiandoli direttamente. Pertanto può difendere il reo sempre con mezzi leciti. Questi del resto è previsto dalla disciplina forense la quale prevede che l’accusato abbia sempre un avvocato difensore.

4. Pertanto un avvocato, che difende il reo con prudenza, con mezzi giusti, senza danneggiare nessuno e coopera attivamente alla riduzione della pena, può essere un buon cristiano.

Ti auguro ogni bene per il tuo futuro, ti assicuro una preghiera e ti benedico.
Padre Angelo

qui l’articolo originale

Tags:
lavorosocieta
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Gelsomino Del Guercio
Strano cerchio bianco sulla testa del Papa. Il video diventa vira...
3
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
4
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
Claudio De Castro
Sono andato a Messa distratto, e Gesù mi ha dato una grande lezio...
7
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni