Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 20 Settembre |
Santi Andrea Kim, Paolo Ghong e 101 compagni
home iconArte e Viaggi
line break icon

La vita di un embrione vale quanto quella di un adulto?

Aleteia - pubblicato il 02/02/14

La vita umana non si limita a fatti fisici o chimici, ma ha anche un’importante componente spirituale. In ogni “io”, il fisico e il metafisico sono mescolati. L’homo sapiens, che alcuni hanno chiamato anche animal liberum, si muove per qualcosa di più che per i suoi istinti corporali, ha un impulso vitale che coordina la sua vita. Per riferirsi a lui si parla di ragione, mente, raziocinio, anima… L’immagine e la somiglianza di Dio si trasmettono a ogni nuova vita proprio per la creazione dell’anima.

Questa concezione dell’uomo, tuttavia, risulta spesso incomprensibile. Per López Moratalla, nella cultura dominante si sono verificate due regressioni: da un lato la riduzione dell’aspetto personale a quello biologico ha portato a confondere la dignità e il valore della persona umana con il valore e la dignità della vita in quanto processo organico, dall’altra la separazione dualista dell’aspetto personale da quello biologico, di mente e corpo, ha portato a considerare il corpo come qualcosa che si possiede ma che non si è, e che si può manipolare a piacere.

“Per entrambe le prospettive, appartenere alla specie umana è un fatto biologico carente di rilevanza etica: sarebbe persona solo l’individuo della specie umana in quanto esprime di fatto certe qualità (autonomia, autocoscienza, razionalità…), tutte qualità che richiedono un lungo periodo di tempo di maturazione del cervello, anche dopo la nascita”, ha spiegato. “Il carattere personale, la dignità propria di ogni essere umano, sarebbe qualcosa che gli riconoscono gli altri in quanto rispetta determinate condizioni di sviluppo, senescenza, capacità di ragionare, ecc.”.

Questa mentalità favorisce alcune pratiche attuali come la legalizzazione dell’aborto, la sperimentazione con embrioni, l’eutanasia, l’eliminazione di migliaia di embrioni ai quali è stata diagnosticata la sindrome di Down o numerosi suicidi, che in alcuni Paesi rappresentano la prima causa di morte non naturale davanti agli incidenti stradali.

L’enciclica Evangelium vitae constata una confusione tra il bene e il male in relazione allo stesso diritto fondamentale alla vita. “Il criterio proprio della dignità personale – quello cioè del rispetto, della gratuità e del servizio – viene sostituito dal criterio dell’efficienza, della funzionalità e dell’utilità: l’altro è apprezzato non per quello che ‘è’, ma per quello che ‘ha, fa e rende’. È la supremazia del più forte sul più debole”, indica.

San Gregorio di Nissa propone un’idea della persona umana come “immagine viva che partecipa con la sua dignità alla perfezione del modello divino”, con un “dominio ministeriale, riflesso reale del dominio unico e infinito di Dio”. In questa prospettiva, l’uomo non è padrone assoluto e arbitro, ma amministratore, e la sua partecipazione alla sovranità di Dio sul mondo si traduce nella responsabilità, personale e sociale, di difendere e promuovere, rispettare e amare la vita, soprattutto quella che si trova in condizioni di maggiore debolezza, come quella dell’embrione.

LINK:

L’embrione umano: come va considerato?

L’embrione umano nella fase del preimpianto

Identità della persona e dibattito sull’embrione

3. Questo valore esige un rispetto e una protezione per impedirne la distruzione o la manipolazione, sia nella sua fase embrionale che successivamente, e ciò a volte può presupporre un conflitto di interessi in cui deve trionfare la verità.

Il carattere sacro e inviolabile della vita umana (in cui si riflette l’inviolabilità stessa del Creatore) fa sì che nessuno, in nessuna circostanza, possa attribuirsi il diritto di uccidere direttamente un essere umano innocente come il concepito, dichiara l’istruzione Donum vitae. Alcune pratiche estese comportano tuttavia l’eliminazione deliberata di esseri umani innocenti, deboli e indifesi. Molti embrioni sono ad esempio utilizzati per la sperimentazione e come materiale biologico o come “fornitori” di organi o tessuti. Allo stesso tempo, si tende a considerare l’aborto un “diritto” al punto che lo Stato lo considera legale e lo offre come un servizio pubblico gratuito.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
abortobioeticafecondazione assistita

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
6
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
7
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni