Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 21 Settembre |
San Matteo
home iconNews
line break icon

Pakistan: coppia cristiana arrestata per blasfemia

© DR

Catalunya Cristiana - pubblicato il 16/01/14

Anche dopo aver verificato che la coppia aveva davvero perso il telefono e la SIM, la polizia ha portato avanti il processo.

“Mia sorella e suo marito non hanno studiato, parlano solo punjabi e un po’ di urdu, e i cellulari funzionano solo in inglese – ha precisato Joseph –. Risulta poco verosimile anche che persone umili e senza cultura abbiano i contatti di persone influenti come quelle che hanno ricevuto i messaggi. È stata chiaramente una montatura”.

Dopo l’arresto di sua sorella, Joseph ha ricevuto una chiamata della polizia, che voleva interrogarlo dopo aver insinuato che forse anche lui era coinvolto nel caso. Il giovane cattolico pakistano ha attaccato subito il telefono e ha iniziato la sua fuga. Sapeva come agiscono la polizia e i giudici nel suo Paese. Non aveva altra via d’uscita.

“La legge antiblasfemia – sostiene convinto – è fatta per perseguitare i cristiani. La polizia fa finta di niente e lascia che i musulmani radicali accusino falsamente e incoraggino questi processi. La loro testimonianza vale più della nostra. Usciamo sempre perdenti. La legge è una scusa per farci fuori e terrorizzarci. È una chiara persecuzione per motivi religiosi”.

Anwar afferma che anche se la legge antiblasfemia è antidemocratica e ingiusta, i cristiani la rispettano e non osano parlare né bene né male di Maometto o del Corano.

“Sappiamo che se parliamo contro il profeta ci perseguiteranno; per questo non parliamo di lui – ha spiegato –. Crede che parleremmo di lui sapendo che ci perseguiteranno e che è in gioco la nostra vita? È assurdo! Non vogliamo morire. Vogliamo vivere. Quello che viviamo è uno scandalo. Sappiamo qual è la punizione e per questo non facciamo né diciamo nulla che possa essere suscettibile di essere punito. È ridicolo che ci accusino di una cosa del genere”.

Traduzione a cura di Aleteia

  • 1
  • 2
Tags:
libertà religiosapakistan
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni