Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Aleteia

“Occhi al cielo”, la web series sulla parrocchia

© DR
Condividi

Una iniziativa del centro televisivo NOVA-T dei frati cappuccini piemontesi per raccontare il mondo delle comunità parrocchiali

Tra poco partirà sul web un doppio esperimento di produzione televisiva: un progetto di web series su youtube ambientata in parrocchia e finanziata nella cosiddetta modalità "crowdfunding" cioé ricevendo piccole donazioni private dagli stessi utenti che volevano vedere la serie realizzata, parliamo di "Occhi al Cielo – citofonare parrocchia".
 

Ci da qualche notizia del progetto
Vatican Insider "Scritto e diretto da
Sante Altizio, "Occhi al cielo" è una sit-com a metà strada tra Camera Cafè e Belli dentro. Protagonista della serie è Don Paolo, parroco di una strana (ma non troppo) comunità parrocchiale torinese. La parrocchia di San Giuseppe Lavoratore, che non esiste in realtà, diventa il crocevia delle attese, dei problemi, delle gioie quotidiane dell’intera comunità" (10 gennaio).
 
Ma è lo stesso regista, Altizio, che racconta questo esperimento: "Con Occhi al cielo abbiamo cercato di provare a raccontare, tentando di far sorridere, la vita quotidiana di un luogo che tutti in vita loro, almeno un a volta, hanno frequentato: l’ufficio parrocchiale. La vita sacerdotale viene raccontata molto dalla tv , Don Matteo ne è un esempio, ma raramente è il ruolo sacerdotale al centro del racconto. Il nostro don Paolo è proprio solo un prete, che tutti i giorni deve fare i conti con se stesso e i problemi della sua comunità".

Nella serie si racconteranno i problemi tipici delle parrocchie italiane, da quelli economici, ai piccoli personalismi tra i membri della comunità, mediate con pazienza (e ironia) dal parroco don Paolo, interpretato da Stefano dell’ Accio. Nel cast anche: Toni Mazzara (Beppe il sacrestano), Tatiana Allit (la perpetua brasiliana),
Roberto Accornero (Palmiro, l’economo) , Paola Roman (la catechista), Oscar Ramero (il direttore del coro). Partecipano anche: Marco Morellini, Olivia Buttafarro, Guendalina Tambellini, Claudio Sterpone e Italo Grog.

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni