Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 20 Aprile |
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Manif pour tous: grande mobilitazione europea il 2 febbraio

A Catholic priest holds a flag among supporters of the anti-gay marriage movement “La Manif Pour Tous” – it

AFP PHOTO / LOIC VENANCE

A Catholic priest holds a flag among supporters of the anti-gay marriage movement "La Manif Pour Tous" (Demonstration for all) as they protest on May 5, 2013 in Paris. After months of acrimonious debate and hundreds of protests that have occasionally spilled over into violence, France's National Assembly approved on April 23, 2013 a bill making the country the 14th to legalise same-sex marriage. 

Aleteia - pubblicato il 07/01/14

Due giorni prima della votazione del rapporto Lunacek da parte del Parlamento europeo

Due giorni prima del voto sull'“orientamento sessuale e l'identità di genere” al Parlamento europeo, i cittadini di Parigi, Bruxelles, Madrid, Roma e altre città manifesteranno contemporaneamente contro i progetti LGBT e antifamiglia.

“È troppo! Basta! Mobilitazione europea contro i progetti LGBT e antifamiglia. Nessuna voce deve smettere di difendere le famiglie!”. La Manif pour Tous, il grande movimento francese contro la legge Toubira che ha legalizzato in Francia il matrimonio tra persone dello stesso sesso, ha deciso di tornare in strada il 2 febbraio.

La manifestazione è prevista due giorni prima della votazione (4 febbraio) da parte del Parlamento europeo della bozza sull'uguaglianza fondata sull'“orientamento sessuale e l'identità di genere”, più nota come rapporto Lunacek.

“Ci impegniamo a non lasciar cadere la questione. Manteniamo il nostro impegno”, ha sottolineato Albéric Dumont, studente e coordinatore generale di La Manif Pour Tous. “Questa manifestazione è molto attesa dai nostri simpatizzanti. Le nostre équipes locali sono già in azione per organizzare la logistica, i treni speciali e centinaia di autobus per permettere al maggior numero possibile di cittadini di essere presenti per difendere le famiglie e i bambini”, ha aggiunto.

Dopo le tre grandi manifestazioni nazionali del 2013, l'urgenza della mobilitazione prosegue: la moltiplicazione degli attacchi contro la famiglia contribuisce a indebolire ancor di più la coesione nazionale. Per questo è il momento di far risuonare l'allarme, ha dichiarato Camel Bechikh, portavoce di La Manif Pour Tous e dell'associazione Fils de France e impegnata da mesi sul campo nei vari quartieri.

Disegno di Legge sulla Famiglia, nascita di bambini senza padre (PMA per coppie di donne), uteri in affitto, diffusione dell'ideologia di genere nelle scuole, riduzione dei permessi di paternità, misure fiscali contro le famiglie (fine della coniugalità delle imposte, diminuzione del quoziente familiare…): è ora di porre fine a tutti i progetti LGBT e antifamiglia che il Governo prepara dietro la legge Taubira (matrimonio e adozione da parte di coppie dello stesso sesso) e di cui la Manif Pour Tous chiede l'abrogazione (senza retroattività).

Questa nuova giornata di mobilitazione sarà europea. “Per costruire un'opposizione efficace, dobbiamo agire in modo concertato con gli altri Stati membri. Per questo le manifestazioni verranno organizzate simultaneamente in altre capitali europee: Bruxelles, Madrid, Roma… e in altri Paesi che vorranno unirsi”, ha affermato Ludovine de la Rochère, presidente di La Manif Pour Tous.

Si tratta, ha aggiunto, di “una questione fondamentale di difesa della famiglia stabile, per il futuro della nostra società”.

Clicca qui per maggiori informazioni

Tags:
manif pour tous
Top 10
See More