Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 02 Dicembre |
Blanca de Castilla
home iconChiesa
line break icon

Papa Francesco istituisce una Commissione anti-pedofilia

Tony Gentile

Aleteia - pubblicato il 05/12/13

La task force avrà come missione “la protezione dei bambini” e “la protezione pastorale delle vittime degli abusi”. Don Di Noto: questa scelta, "frutto del grido degli innocenti”

Papa Francesco ha deciso di dare vita a una Commissione per la protezione dei minori vittime degli abusi. L’annuncio della decisione del pontefice è stato dato questo giovedì alla stampa dal cardinale Sean Patrick O’Malley, arcivescovo di Boston e membro del consiglio degli otto cardinali che collabora con papa Francesco nel governo della Chiesa e nel progetto di riforma della Curia (Corriere della Sera, 5 dicembre).

La Commissione avrà il compito di riferire sullo stato attuale delle vittime degli abusi, suggerire in raccordo con conferenze episcopali sui provvedimenti da adottare, proporre nomi di persone adatte per la sistematica attuazione di queste nuove iniziative. Le persone che la comporranno e le competenze della Commissione non sono però state ancora rese note. Verranno comunicate prossimamente, direttamente dal Pontefice, con un documento specifico.

Fra le responsabilità della Commissione, ha spiegato il cardinale O'Malley, molto probabilmente ci sarà l'elaborazione di linee guida per la protezione dei bambini, lo sviluppo ed estensione di norme, procedure e strategie per la protezione dei bambini e la prevenzione di abusi sui minori. Parallelamente, il gruppo di lavoro si occuperà dell'organizzazione di programmi di formazione per bambini, genitori e di tutti coloro che lavorano con minori (come, ad esempio, i catechisti) (La Repubblica, 5 dicembre).

La Commissione dovrebbe, poi, supervisionare la formazione di seminaristi e quella permanente dei sacerdoti. Mentre, dal punto di vista normativo, le si chiederà forse anche di 'scrivere' protocolli per la sicurezza dell'ambiente, codici di condotta professionale nonché di attestare l'idoneità al ministero sacerdotale, di monitorare lo stato dell'azione e i risultati delle valutazioni psichiatriche dei soggetti analizzati.

In questo lavoro, i membri della Commissione, si avvarranno della collaborazione delle autorità civili, segnalando anche i reati riguardanti il clero dichiarato colpevoli. Tra gli obiettivi, infine, dovrebbe trovare spazio l'istituzione e gestione di servizi di supporto alle vittime di abusi e ai loro familiari, compresa naturalmente l'assistenza spirituale (Corriere della Sera, 5 dicembre).

In una nota don Fortunato Di Noto, il sacerdote fondatore dell'Associazione Meter onlus (www.associazionemeter.org), da sempre in prima fila per la difesa dei bambini, si è detto entusiasta per la decisione presa da papa Francesco: “La Commissione voluta dal papa per la difesa dei minori è il frutto del grido degli innocenti, è l’impegno concreto a stare dalla parte di chi soffre, è il dare speranza a chi è disperato. È, e lo dico con commozione, il risultato dello Spirito Santo che soffia nel cuore dei fedeli e offre un cammino di rivoluzione nella Chiesa: stare con i piccoli, partire dagli ultimi. Non permettere più che un bambino venga abusato da chiunque e da chi è nella chiesa come vescovo, sacerdote, catechista, religiosi”.

Don Fortunato ha spiegato che questa decisione è il premio per gli sforzi che Meter, attraverso i suoi volontari, compie da anni e anche di tanti che si occupano nella Chiesa di abusi: “Meter, e lo diciamo con sommesso bisbiglio, ha proposto per anni non solo una Commissione simile pronta a operare in Italia e all’estero, ma una commissione centrale che aiuti tutte le conferenze episcopali a lavorare e servire l’infanzia in tal senso”.

“Da sempre – ha quindi aggiunto – abbiamo chiesto l'istituzione di una nuova figura pastorale, il 'vicario episcopale dell’infanzia' che possa operare nelle diocesi come coordinatore con i vari ambiti pastorali. Da 18 anni celebriamo la Giornata Bambini Vittime della violenza, dell'indifferenza e dello sfruttamento, e incontriamo vescovi, sacerdoti, laici per la formazione e una pastorale del bambino contro gli abusi che lo stesso Papa Francesco ha voluto ricordare”.

Tags:
commissione vaticana pedofiliaconsiglio dei cardinalipedofiliapreti pedofili
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
POPE FRANCIS ON CHRISTMAS
Giovanni Marcotullio
Non esiste alcuna “Messa di Mezzanotte”... sì...
Aleteia
Foto incredibili di santa Teresa di Lisieux s...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
PIAZZA SPAGNA
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco sceglie la prudenza, niente pi...
MESSA NATALE
Gelsomino Del Guercio
Messa di Natale in sicurezza, i vescovi itali...
Silvia Lucchetti
Remo Girone e la fede ritrovata dopo la malat...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni