Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 03 Dicembre |
Blanca de Castilla
home iconNews
line break icon

Stop al bullismo su Internet!

Filipe Matos Frazao

Aleteia Team - pubblicato il 21/11/13

L’Ufficio cattolico internazionale per l’Infanzia lancia una campagna di responsabilizzazione davanti a questa nuova forma di violenza in grande espansione.

Il fenomeno del cyberbullismo è diventato una vera e propria piaga sociale in molti paesi del mondo, soprattutto Stati Uniti e Canada, ma che non risparmia nemmeno l’Europa, dove gli esperti parlano di un “vero e proprio lato oscuro dei social network”.
A ottobre 2012 Amanda Todd, giovane canadese di 15 anni, si è uccisa dopo avere annunciato la sua intenzione su Youtube e aver rivelato di essere stata vittima di bullismo per 3 anni.

Nella commissione “Comunicazione e Informazione” della 37° sessione della Conferenza generale dell’UNESCO, in cui tutti gli Stati membri si sono radunati a Parigi da 5 al 20 novembre, l’Ufficio cattolico internazionale per l’Infanzia (BICE) ha interpellato i partecipanti riguardo il cyberbullismo e la necessità di intervenire contro questa forma di violenza
Secondo l’Osservatorio dei Diritti di Internet, la stima del numero di vittime varia a seconda dei differenti studi internazionali dal 9% al 34%, mentre il numero degli artefici confermati varia dal 4% al 21%. E stando a questi studi, il cyberbullismo è un fenomeno in aumento.

BICE si augura che l’esperienza dei paesi in cui è forte lo sviluppo delle TIC (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione) possa essere utile per la prevenzione all’interno di quei paesi in cui le TIC sono in via di sviluppo” ha sottolineato nel suo intervento Monique Scherrer, rappresentante BICE presso l’UNESCO.

BICE lancia una campagna “STOP AL BULLISMO SU INTERNET”. Questa mira a responsabilizzare chiunque, e soprattutto i ragazzi a partire dai 13 anni, affinché non siano né vittime, né complici – neanche involontari – di cyberbullismo.
BICE annuncia che le 10 000 firme attese verranno presentate a settembre 2014 a Ginevra in occasione della sessione del Comitato ONU per i diritti dell’infanzia dedicata ai “social network e i diritti dell’infanzia”.

La campagna ha già raccolto 500 firme!

Per partecipare e ottenere maggiori informazioni visitate il sito BICE www.bice.org.

Tags:
bullismocyberbullismo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
POPE FRANCIS ON CHRISTMAS
Giovanni Marcotullio
Non esiste alcuna “Messa di Mezzanotte”... sì...
FATHER JOHN FIELDS
John Burger
Muore sacerdote che si era offerto volontario...
MESSA NATALE
Gelsomino Del Guercio
Messa di Natale in sicurezza, i vescovi itali...
Silvia Lucchetti
Remo Girone e la fede ritrovata dopo la malat...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
PIAZZA SPAGNA
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco sceglie la prudenza, niente pi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni