Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 24 Novembre |
Santi Andrea Dung Lac e 116 compagni
home iconApprofondimenti
line break icon

Legge di stabilità: quali misure per il sociale?

@DR

Chiara Santomiero - Aleteia Team - pubblicato il 17/10/13

Redattore sociale: manca il sostegno per l'inclusione attiva, una misura di contrasto contro la povertà assoluta

La legge di stabilità 2014 sarà "senza tasse e senza tagli sul sociale": lo ha spiegato in conferenza stampa il presidente del consiglio Enrico Letta, aggiungendo che "questo avviene per la prima volta da anni". L’agenzia di notizie Redattore sociale prova a fare i conti in maniera più dettagliata.

La legge di stabilità, che sostituisce la legge finanziaria, costituisce insieme alla legge di bilancio, la manovra di finanza pubblica per il triennio di riferimento e rappresenta lo strumento principale di attuazione degli obiettivi programmatici definiti con la Decisione di finanza pubblica. Prima del passaggio in Parlamento, "abbiamo mantenuto impegni con Bruxelles, siamo usciti dalla procedura di deficit eccessivo" ha annunciato Letta con soddisfazione e "faremo una legge di stabilità in cui i conti quadrano senza aumentare tasse e senza fare tagli al sociale e alla sanità come accadeva negli anni scorsi". Non ci sono tagli nei tre anni coperti dalla legge. "Lo dico – ha sostenuto il premier – per tranquillizzare rispetto alle tante voci allarmistiche che sono state messe in giro in questi giorni. E non aumenta la pressione fiscale su cittadini e imprese, anzi diminuisce" (Repubblica.it 15 ottobre).

Nel dettaglio, la Legge di stabilità – nella quale non sono presenti i paventati tagli alla sanità – prevede interventi per 27,3 miliardi di euro nel triennio 2014-2016, di cui 11,6 nel solo 2014, così suddivisi: 14,6 miliardi nel triennio per sgravi fiscali (rispettivamente 9 per le famiglie e 5,6 per le imprese); i 3,7 miliardi del 2014 sono destinati per 2,5 miliardi alle famiglie (1,5 riguardano l’Irpef) e per 1,2 miliardi alle imprese; 11,2 miliardi nel triennio per azioni sociali, progetti di investimento, impegni internazionali, di cui 6,2 in conto capitale; per il 2014 si prevedono 6,4 miliardi; 1,5 miliardi per investimenti a livello locale e la restituzione di debiti commerciali di parte capitale (Corriere.it 15 ottobre).

Per Redattore sociale.it (16 ottobre) dalla stabilità arriva "solo lo stretto indispensabile" mentre i fondi per il sociale "non decollano". Ecco le cifre. Al fondo per le politiche sociali vengono assegnati 300 milioni, la stessa cifra che era stata assegnata dalla legge di bilancio per il 2013 (poi nel riparto alle regioni la cifra effettiva è arrivata a quota 344 milioni). Al Fondo per la non autosufficienza vengono assegnati 250 milioni, 25 in meno di quelli dello scorso anno.

Trova spazio il 5 per mille ma con le stesse modalità degli anni passati, più volte oggetto di critiche: "in attesa della da tempo promessa stabilizzazione della misura, sulle scelte che i contribuenti italiani faranno in dichiarazione dei redditi viene posto il tetto a quota 380 milioni (lo scorso anno era fissata a quota 400)". Vengono stanziati 130 milioni per evitare l’aumento dell’Iva per le cooperazioni sociali in grado di evitare problemi in termini di posti di lavoro e di assistenza personale ai non autosufficienti. Cento milioni, inoltre, vanno al Fondo per i lavori socialmente utili.

La delusione più grande nasce dal fatto che non sembrano esserci rilevanti novità sul capitolo povertà e sebbene si parli di "nuove misure contro la povertà", nel testo sia menzionato solo l’incremento di 250 milioni per la carta acquisti, la tradizionale social card attiva su tutto il territorio nazionale. Anche questa, tra l’altro, una misura "più volte criticata, e in fondo già superata dalla sperimentazione della nuova carta che è recentemente partita nelle 12 città più grandi del paese".

Anche se c’è una novità: la carta acquisti non è più riservata solo ai cittadini italiani ma a cittadini italiani o comunitari ovvero familiari di cittadini italiani o comunitari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadini stranieri in possesso di permesso di soggiorno e soggiornanti di lungo periodo" (Panorama.it 16 ottobre).

La carenza più vistosa riguarda per Redattore sociale un disegno unitario di lungo termine in materia di povertà. "Non c’è traccia –  conclude l’analisi – del Sia, il sostegno per l’inclusione attiva, quella misura che era stata pensata dal ministro del Welfare Giovannini per combattere la povertà estrema in un ottico di lungo periodo, ripensando l’intero modello italiano e attuando un mix di diritti e doveri per garantire un sostegno a quanti si trovano al di sotto della soglia di povertà assoluta".

Tags:
politicasanita
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
KSIĄDZ PRZY OŁTARZU
Padre Bruno Esposito, OP
Breve ‘Vademecum’ per la nuova edizione del M...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
TEENAGER
Tom Hoopes
I 7 doni dello Spirito Santo rispondono a 7 n...
Giovanni Marcotullio
Vi spieghiamo perché la Messa comincia con il...
CARLO ACUTIS MIRACOLI EUCARISTICI
VatiVision
Carlo Acutis: il documentario sulla mostra su...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni