Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 28 Ottobre |
Santi Simone e Giuda
home iconStile di vita
line break icon

La storia di Giulia, la bambina malata di cancro che ha sconvolto i dottori

Quotidiano Meeting - pubblicato il 20/08/13

La vicenda di fede e umanità di una quattordicenne di Bergamo raccontata nel volume “Un gancio in mezzo al cielo”

di Benedetta Consonni

La passione per la vita, per la scrittura e per lo shopping. Una normale ragazza delle scuole medie, a cui però è stata riservata una prova speciale. Si chiama Giulia Gabrieli. Nata a Bergamo il 3 marzo 1997, Giulia a dodici anni scopre di avere un sarcoma al braccio sinistro. Fa le chemioterapie, sembra guarire, ma poi la malattia torna, fino a portarla in cielo il 19 agosto 2011.

In questo tempo, oltre a superare brillantemente gli esami di terza media con il massimo dei voti, il suo entusiasmo per la vita e la sua fede si sono amplificati, diventando una testimonianza per tutti coloro che le stanno attorno. Per primi i dottori dell’ospedale Beato Giovanni XXIII di Bergamo. «Giulia ha fatto capire ai medici che la loro umanità è la stessa del paziente – spiega Paola Marenco, di Medicina e Persona –. Solitamente i medici infatti mantengono un certo distacco dal paziente. Invece si può curare soltanto accettando questo rapporto».

https://www.youtube.com/watch?v=mlCEeOZrTKs

La storia di Giulia è anche diventata un libro da lei scritto, “Un gancio in mezzo al cielo” (edizioni Paoline). Tra le pagine la testimonianza della sua fede e qualche riga che fa sorridere. Come quando parla dei suoi «supereroi», i medici, «che tutti i giorni salvano la vita a persone spesso mai viste prima». Non sono mancati i momenti bui. «Continuavo a dire ai miei genitori: “ma Dio dov’è? Adesso che sto malissimo, ho addosso di tutto, Dio dov’è, Lui che posso pregare, può fare grandi miracoli, può alleviare tutti i dolori, perché non me li leva? Dov’è? Perché sta a guardare?”. Ero arrabbiata, in quei giorni ho fatto una fatica tremenda a pregare, era proprio difficile». L’aiuto arriva qualche giorno dopo, nella basilica di Sant’Antonio da Padova, dove Giulia viene raggiunta dal conforto del Signore. «Sono entrata arrabbiata, in lacrime, proprio in uno stato pietoso, sono uscita dalla basilica con il sorriso a cinquanta denti, con la gioia di Dio che non mi ha mai abbandonata. Mai».

Il giorno prima di morire Giulia ha terminato di comporre il testo di una coroncina di puro ringraziamento al Signore (si può scaricare dal suo blog www.congiulia.com). Giulia sentiva il bisogno di ringraziare: «Nelle nostre preghiere, nelle nostre litanie, chiediamo sempre qualcosa per noi o per gli altri. Mai che ci si limiti a dire grazie, senza chiedere nulla in cambio». Una letizia possibile grazie a questa consapevolezza: «Perché ora so che la mia storia può finire solo in due modi: o, grazie a un miracolo, con la completa guarigione, che io chiedo al Signore perché ho tanti progetti da realizzare. E li vorrei realizzare proprio io. Oppure incontro il Signore che è una bellissima cosa. Sono entrambi due bei finali…».

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Mirko Testa
Quali lingue parlava Gesù?
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Catholic Link
7 armi spirituali che ci offrono i santi per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni