Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 17 Ottobre |
Sant'Ignazio di Antiochia
Aleteia logo
home iconApprofondimenti
line break icon

Papa Francesco e Snowden, ovvero le sedie vuote di questi giorni

Roberto Beretta - Vinonuovo.it - pubblicato il 26/06/13

Sì, qualche volta bisogna proprio andarsene, lasciar vuota la sedia, sfuggire alle gabbie gentili di chi vuol mantenere lo status quo

Ci sono due sedie vuote nelle cronache di questi giorni, ritratte anche figurativamente sulle pagine dei giornali. Una è il seggiolino d'aereo lasciato vuoto da Edward Snowden, il giovane informatico che ha rivelato agli americani di essere spiati e intercettati ogni momento e che doveva imbarcarsi a Mosca su un volo per sfuggire agli agenti della Cia, bramosi soltanto di mettergli le mani addosso. La seconda è la poltrona bianca disertata da papa Francesco all'ormai famoso concerto vaticano di Beethoven.

«Si parva licet componere magnis», dicevano gli antichi: se possiamo paragonare tra loro cose grandi e altre più piccole… (Ma quali sono grandi e quali piccine, in questi due casi?). Il parallelo mi è venuto in mente anche perché mi sembra comunque di vedere nelle due vicende -­ diversissime tra loro, è evidente ­- una medesima lotta del singolo contro il «potere»: Snowden quello della democrazia più grande del mondo, che però ci ha abituato da decenni alle ipocrisie e agli abusi sui quali si regge; Bergoglio nei confronti di un apparato curiale e burocratico che incombe come un soffocante moloch sopra il desiderio di molti di una Chiesa «diversa».

«Preghi perché gli lascino fare quello che vuol fare?», mi ha chiesto a bruciapelo l'altro giorno un sacerdote argentino, che occupa un'alta carica a Roma; alludeva a Papa Francesco, naturalmente. E se lo dice lui, che come me ha speranza d'un cattolicesimo più evangelico di quello che circola nelle vie della Capitale e tuttavia è senz'altro meno scettico di me nei confronti della Chiesa, vuol dire che qualche motivo per pensarlo ci sarà…

Siamo dunque ridotti a far dipendere la nostra speranza da una sedia vuota: prima quella di Ratzinger, il quale forse l'ha lasciata proprio per impotenza di fronte alla necessità di cambiare con decisione le cose e all'impossibilità di farlo senza rompere qualche consuetudine; adesso quella di papa Bergoglio, che con gesto di estrema semplicità – come è suo solito – ha deciso di spezzare quel protocollo di cortesie, di onori, di «doveri» che piano piano, sotto pretesto di gesti sempre buoni e giusti, alla fine finisce per piegare la resistenza di ogni ben intenzionato.

Sì, qualche volta bisogna invece andarsene, lasciar vuota la sedia, sfuggire alle gabbie gentili di chi vuol mantenere lo status quo. Anche nella Chiesa: Paolo VI scese dalla sedia gestatoria (e fu un atto clamoroso!), Francesco ha lasciato libera la poltronissima di un concerto; e, a giudicare dalle facce allibite dei curiali ma anche dai commenti fioriti sui giornali di tutto il mondo, pure quest'atto sembra non essere stato da meno. «Preghi perché gli lascino fare quello che vuol fare?». Beh, dovrò cominciare a farlo…

Tags:
edward snowdenpapa francescoprism
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
ORDINATION
Francisco Vêneto
Ex testimone di Geova verrà ordinato sacerdote cattolico a 25 ann...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni