Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

Anno della fede: pellegrini alla tomba di Pietro

Condividi

Presentate la Giornata dei Cresimandi e Cresimati e la Giornata delle Confraternite e della Pietà Popolare

Gli eventi che si susseguiranno saranno diversi ma avranno tutti un elemento comune: inizieranno con una breve processione simbolica alla tomba di S. Pietro dove verrà rinnovata la professione di fede. Lo ha spiegato questo mercoledì in conferenza stampa mons. Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione a proposito degli appuntamenti dell’Anno della fede con il pontefice. Papa Francesco, infatti, ''ha confermato tutti gli eventi dell'Anno della Fede che erano stati programmati a suo tempo da Benedetto XVI''.
 
Saranno i cresimandi e i cresimati di tutto il mondo ad iniziare la serie degli appuntamenti con Francesco il prossimo 27 e 28 aprile: sono attesi oltre 70 mila giovani. Tra questi giovani, 44 riceveranno la Cresima dal papa.

“Presentando l'evento nella Sala Stampa della Santa Sede, monsignor Fisichella ha rivelato che i giovani scelti per ricevere il sacramento dal papa erano 46, ma due di loro, provenienti da Haiti, non potranno essere presenti” (Agi, 24 aprile). Grandemente variegata l’età dei cresimandi: "Poiché non esiste una uniformità sull'età in cui ricevere il sacramento, i confermandi – ha aggiunto Fisichella – sono raccolti tra i più giovani di 11 anni, che vengono dalla Romania e dall'Italia, fino alla più grande che proviene dall'isola di Capoverde e ha 55 anni" (Agi, 24 aprile).
 
Molto diverse anche le situazioni da cui provengono: “avremo anche giovani che provengono da zone dove i cristiani vivono in situazioni difficili e dove le popolazioni sono ancora sotto la cappa della guerra o di calamita''', ha riferito monsignor Fisichella. Arriveranno dunque anche da Paesi come Nigeria, Congo, Libano. Ci saranno ragazzi dall'Argentina. La Conferenza episcopale irlandese, in una nota, oggi ha fatto sapere che a Roma per la Cresima con il Papa ci saranno anche Emily ed Edmond, della diocesi di Cloyne, area rurale nel Sud dell'Irlanda che era stata particolarmente colpita dallo scandalo della pedofilia qualche anno fa. Ci sarà un disabile e Antonio da Carpi ''per dare voce e speranza alle vittime del terremoto'' (Ansa, 24 aprile).
 
La festa per le migliaia di cresimandi e cresimati che verranno a Roma comincerà il sabato con il pellegrinaggio alla Tomba di Pietro. Nel pomeriggio è previsto un momento di festa nell'Aula Paolo VI con l'ascolto di tre testimonianze: quella di Paolo, che parlerà della sua esperienza in Cina, di Malia dalle Isole Tonga, che racconterà la conversione del papà per le sue preghiere e quella della catechista Adriana Trujilio da Bogotà.

“Papa Francesco darà ai 44 ragazzi anche un suo piccolo regalo. ''Deve restare una sorpresa'', ha risposto Fisichella ai giornalisti che chiedevano che cosa fosse. ''Speriamo in altre sorprese'', ha aggiunto rispondendo a chi chiedeva se al momento di fraternità il papa sarà presente (Ansa, 24 aprile).
 
Dopo l’incontro con i cresimati altri eventi si susseguiranno a breve: dal 3 al 5 maggio ci sarà la Giornata delle Confraternite e della Pietà Popolare per la quale ci sono sono già 50 mila adesioni mentre il 18 e 19 maggio, per la Pentecoste, è previsto l’incontro dei dei movimenti ed associazioni ecclesiali e già sono annunciate 90.000 presenze. Il 2 giugno, infine, festività del Corpus Domini, si terrà un'ora di adorazione eucaristica che si svolgerà in contemporanea mondiale in tutte le diocesi del mondo.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni