Aleteia
domenica 25 Ottobre |
Santi Crispino e Crispiniano
Chiesa

Conclave, la formula della fumata dalla Sistina

Emanuela DE MEO/CPP/CIRIC

Chiara Santomiero - pubblicato il 13/03/13

Padre Federico Lombardi rivela il “segreto”

Perclorato di potassio, antracena e zolfo per quello nero e clorato di potassio, lattosio e pece greca (colofonia) per quello bianco: finalmente svelata la formula dei composti chimici che producono il fumo più atteso dalle televisioni di tutto il mondo che stazionano in piazza S. Pietro per cogliere dal comignolo della Cappella Sistina il responso sull'elezione del successore di Benedetto XVI.

Viene originato da una cartuccia cilindrica di cm 25x5x7 inserita nella stufa più moderna delle due posizionate in Cappella che contiene 5 cariche chimiche che partono l'una dopo l'altra azionate da un dispositivo elettronico. Ognuna di esse dura 1 minuto, quindi in tutto la fumata dura circa 7 minuti e mezzo.

“L'indiscrezione” arriva dal briefing di padre Federico Lombardi, portavoce della sala stampa vaticana, che ha tenuto anche ad assicurare (ironicamente) ai circa 5600 giornalisti accreditati che, dopo la prima grande fumata di martedì pomeriggio (ma anche quella di mercoledì mattina) “non ci sono stati danni né agli affreschi di Michelangelo né alla salute dei cardinali che anzi in mattinata si sono trasferiti di buon umore da Casa S. Marta al Palazzo apostolico, qualcuno anche a piedi”.

Il fatto che non ci siano cardinali malati è attestato, secondo Lombardi, anche dalla grande rapidità delle votazioni della mattinata – in 2 ore, 2 votazioni con fumata nera prima del tempo previsto intorno a mezzogiorno -: “la procedura degli infirmari (cioè i cardinali che, secondo la Universi Dominici Gregis, sono incaricati di raccogliere il voto degli elettori malati fuori dalla Sistina) richiederebbe più tempo, ritengo quindi che siano tutti in Sistina”.

E' in buona salute anche il papa emerito, come ha riferito mons. Georg Ganswein che ha partecipato all'apertura del conclave nella Sistina: “Benedetto XVI – ha raccontato Lombardi – segue in questi giorni con attenzione e partecipazione spirituale gli eventi di questi giorni”. Secondo le sue informazioni, “non sarà presente alla Messa di inaugurazione del nuovo pontificato”. “Questa celebrazione potrebbe aver luogo il 19 marzo, giorno di S. Giuseppe, patrono della Chiesa?”, ha chiesto un giornalista. “E' una buona possibilità”, ha risposto Lombardi.

Al momento sono stati quindi effettuati già tre scrutini che non hanno raggiunto la maggioranza richiesta di due terzi dei voti richiesti per l'elezione del nuovo pontefice: “era più o meno ciò che ci aspettavamo – ha commentato Lombardi -: nessuno credo pensasse che si potesse avere una fumata bianca già ieri sera e anche la gente è andata via tranquilla, non delusa”. “Nel '900 – ha ricordato Lombardi solo per Pio XII è risultato positivo il terzo scrutinio, tutti gli altri sono stati eletti più avanti: non è un segno di divisione tra i cardinali, ma il normale procedere nel discernimento da parte dei padri”.

“Viviamo un momento estremamente bello e intenso – ha affermato il portavoce vaticano – e siamo entrati nella fase decisiva aperto da papa Benedetto circa un mese fa”. “Sentiamo salire l'emozione e l'attesa – ha proseguito Lombardi – e lo vediamo in piazza s. Pietro dove la gente aspetta guardando in alto verso il comignolo della Cappella Sistina”. Già martedì sera, infatti “c'era tantissima gente, più di quella che mi sarei aspettato, e anche mercoledì mattina si respirava un clima molto sereno e gioioso, che certamente prelude a un'esperienza bellissima al momento dell'elezione del papa”. “Otto anni fa – ha ricordato Lombardi – da tutta Roma la gente correva a piedi, perché il traffico era bloccato, verso piazza S. Pietro per vedere il papa affacciarsi dalla Loggia. E' il segno che i cittadini di Roma e i turisti vogliono bene al papa e lo accolgono da qualsiasi nazione arrivi”.

“Per oggi pomeriggio – ha congedato i giornalisti Lombardi, “sappiamo tutti cosa dobbiamo fare: aspettare…”.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
conclave
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
POPE FRANCIS AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
La fake news sul Papa che giustifica le union...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
fedez don alberto ravagnani
Gelsomino Del Guercio
Fedez e don Alberto Ravagnani: confronto su s...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni