Stile di vita

15 storie del 2016 che hanno avuto un impatto nelle vite dei cattolici

15 storie del 2016 che hanno avuto un impatto nelle vite dei cattolici

Kaboompics // Karolina

di Genevieve Philipp

Prenditi del tempo per riflettere su questi eventi del 2016 insieme al tuo coniuge, alla tua famiglia, al tuo gruppo di preghiera o ai tuoi amici per comprendere meglio che impatto hanno avuto sulla vostra vita e sulla vostra fede.

  1. L’ESODO DEI RIFUGIATI SIRIANI

Difficilmente passa un giorno senza sentire – nei notiziari o in conversazioni comuni – qualcosa riguardo alla situazione in Medio Oriente. Sono sempre nelle nostre preghiere, anche coloro che sono ad Aleppo o che sono stati evacuati. E se tanti siriani hanno lasciato la propria patria per mettersi in salvo, papa Francesco ha spesso teso una mano ai rifugiati. Che impatto ha avuto il flusso di rifugiati nella vostra comunità, famiglia o parrocchia? Cosa fate per aiutare coloro che, attorno a voi, hanno bisogno di misericordia?

Syrian refugees

LEGGI ANCHE: Perché chi non accoglie non può dirsi cristiano


  1. IL DISASTRO IN UNA CHIESA IN NIGERIA

All’inizio di dicembre la chiesa Reigners Bible Church International di Uyo, in Nigeria, è crollata perché costruita alla meno peggio. Nel crollo sono morte più di 160 persone. Chi ne è uscito illeso ha aiutato i sopravvissuti, come poterono, a superare questa situazione traumatica.

Spesso, quando accadono tragedie simili, preghiamo per loro durante la Messa; voi avete pregato per coloro che sono rimasti coinvolti in disastri del genere? Cosa avete fatto per dare il vostro aiuto?

  1. ELEZIONI POLITICHE IN USA E AUSTRALIA

Che viviate in uno di questi due paesi, o che siate semplicemente degli ‘osservatori esterni’, molto probabilmente queste elezioni hanno attirato la vostra attenzione. L’anno elettorale in America non ha interessato soltanto i cittadini statunitensi, ma il mondo intero, con i suoi dibattiti, con i tanti articoli sul tema e infine con il risultato. Intanto in Australia, il cattolico conservatore Tony Albott ha vinto le elezioni per diventare primo ministro.

Molti cattolici sperano che Trump, Albott, ed altri leader appena eletti in giro per il mondo possano dedicarsi al bene comune, alla sicurezza pubblica, alla difesa della vita e alla libertà religiosa in questioni come ad esempio l’assistenza sanitaria. State pregando per i nostri governanti? Fate vostro il principio secondo il quale “non importa chi sia il presidente, Gesù è il Re”?

web-trump-clinton-chair-election-graphic-doddis77-shutterstock_103708799-comp-aleteia-image
  1. LE OLIMPIADI E LA DEVOZIONE DI ALCUNI ATLETI

Le Olimpiadi 2016 tenute in Brasile sono state uno strumento per dare gloria a Dio. Più volte si è parlato della fede cristiana di molti atleti. Da Simone Biles ad Usain Bolt, questi atleti sono stati di grande ispirazione. E non parliamo soltanto dell’esortare a mettersi in forma e a fare il tifo… ci hanno ispirati a dare tutta la gloria a Dio!

Qual è l’atleta la cui dichiarazione di fede vi ha ispirati a condividere la vostra appartenenza religiosa con gli altri?

ATHLETICS-OLY-2016-RIO
  1. LA FINE DEL GIUBILEO STRAORDINARIO DELLA MISERICORDIA E IL MESSAGGIO DEL PAPA SULL’ASSOLUZIONE DELL’ABORTO

Durante questo Anno della Misericordia (dall’8 dicembre 2015 al 20 novembre 2016) i cattolici sono stati chiamati ad allargare la propria comprensione della misericordia e ad agire in base ad essa nella vita di tutti i giorni. Soprattutto attraverso le Opere di misericordia, sia spirituali che corporali. Al termine dell’Anno della Misericordia, papa Francesco ha scritto la lettera apostolica Misericordia et Misera.

Come avete vissuto il Giubileo della misericordia? E adesso che l’anno è finito, cosa farete per continuare su quel percorso di comprensione e di misericordia?

Papa Francesco ha ribadito l’insegnamento della Chiesa secondo il quale l’aborto è un peccato grave, ma ha anche scelto di concedere a tutti i confessori la facoltà di assolvere dal peccato dell’aborto. Molti vescovi aveva precedentemente concesso tale facoltà ai propri sacerdoti, ma l’annuncio di papa Francesco l’ha resa universale.

Pope Francis general audience October 12, 2016.
  1. LA MARCIA PER LA VITA
    Le bufere di neve non hanno fermato la 43esima Marcia per la Vita a Washington, DC. Oltre a sfidare il tempo, gli attivisti pro-vita sono abituati anche ad essere sminuiti dai media. Il Washington Post ha pubblicato un articolo dal titolo: “Una tormenta di neve paralizza Washington, mentre un piccolo gruppo di fedeli scende in piazza per la Marcia per la Vita”. Ma alcuni media cattolici hanno dato un resoconto più positivo (ed accurato) dell’evento. Avete preso parte anche voi alla Marcia? Cosa ne pensate?
  1. SANTITÀ: MADRE TERESA E (SPERIAMO) ALTRI

Fondando le Missionarie della Carità e difendendo la vita dei non nati e la dignità dei poveri, Mare Teresa ha ispirato tutto il mondo. E quest’anno la sua canonizzazione, accelerata da una dispensa papale speciale, è stata seguita da tantissime persone riunitesi a San Pietro. La vostra vita è stata in qualche modo ispirata, cambiata o influenzata da Madre Teresa?

Potreste conoscere bene anche Mons. Fulton Sheen, il primo telepredicatore cattolico al mondo. C’è stata una petizione per spostare le spoglie del monsignore nella natia Peoria, per permettere al processo di canonizzazione di andare avanti.

Il 2016 ha anche visto la scomparsa (nella domenica di Pasqua) di Madre Angelica, fondatrice dell’EWTN. Le sue trasmissioni hanno cambiato molte vite, e secondo alcuni dovrebbe essere santificata. Anche Padre Jacques Hamel, il devoto sacerdote 85enne che è stato assassinato da musulmani estremisti in Francia, è uno dei potenziali candidati alla santità.

Madre-Teresa
  1. IL VIRUS ZIKA E LA CONTRACCEZIONE

Nelle aree coinvolte la preoccupazione ha spinto i genitori in attesa di un figlio a fare di tutto per evitare la diffusione di questo virus, che ha portato a gravi difetti di nascita. Nell’articolo “Il virus Zika stravolgerà la politica della Chiesa sulla contraccezione?”, The Huffington Post ha dato un tono sensazionalista ai commenti di papa Francesco, suggerendo che l’epidemia avrebbe spinto la Chiesa a cambiare i propri insegnamenti. Cosa che non è avveunta. Il virus Zika ha coinvolto voi o qualcuno che conoscete?

  1. L’ATTACCO DELL’ISIS AL PULSE NIGHT CLUB E IN OHIO

Un terrorista ha aperto il fuoco nel night club Pulse, ad Orlando, uccidendo 50 persone. Catholic News Service l’ha chiamata la “peggior sparatoria di massa nella storia degli Stati Uniti”. Dopo l’attacco molti leader religiosi hanno chiesto preghiere ricordando il valore della vita umana. Continuiamo a pregare per tutte le vittime del terrorismo e per la conversione di coloro che sono tratti in inganno dalle ideologie del terrore. In questa tragedia, vogliamo porre enfasi su un fatto positivo: centinaia di persone sono andate a donare il sangue per coloro che sono rimasti feriti nell’attacco, e aziende (come ad esempio Chic-fil-a) hanno dato il loro contributo per sostenere i donatori che hanno aiutato la loro società.

Più recentemente, uno studente ha condotto un attacco nel campus dell’Ohio State University, dicendo di essersi ispirato alle gesta di Daesh. Ha ferito gravemente undici persone, prima che un poliziotto lo freddasse. Nella vostra comunità pregate per la conversione dei terroristi, per le vittime e per la guarigione? In merito al terrorismo e alla violenza in generale, cosa vorreste vedere cambiare nel 2017?

  1. BREXIT

Quest’anno il Regno Unito ha votato per lasciare l’Unione Europea. Il nuovo primo ministro non condivide il risultato del referendum, ma rispetta il voto popolare. Sono in corso i negoziati sulla separazione dall’Unione Europea, processo che potrebbe richiedere fino a sei anni. Brexit avrà delle conseguenze sulla mobilità, sull’immigrazione e sulla finanza. Numerosi leader cattolici, tra cui il Papa, hanno rimarcato l’importanza dei rapporti di buon vicinato e della pace tra nazioni.

BRITAIN-EU-POLITICS-BREXIT
  1. LO STATO DI EMERGENZA A CHARLOTTE

Lo scorso settembre l’uccisione di Keith Lamont Scott da parte dell’ufficiale di polizia Brentley Vinson ha portato a numerose proteste, sfociate nella violenza. Nella città di Charlotte, North Carolina, è stato dichiarato lo stato di emergenza. Nonostante sia Scott che Vinson fossero afroamericani, la città è stata invasa da un clima di odio razziale; l’uccisione è stata infatti considerata come parte dell’Effetto Ferguson, in riferimento alle proteste e ai tumulti avvenuti nel 2014 a Ferguson, Missouri, quando un poliziotto bianco ha ucciso un cittadino nero.

Le tensioni razziali hanno avuto qualche impatto sulla vostra vita, quest’anno? Cosa fa (o cosa potrebbe fare) la vostra parrocchia per alleviare questo tipo di tensioni sociali?

  1. IL TERREMOTO CHE HA FATTO TREMARE L’ITALIA

Lo scorso agosto un terremoto ha ucciso quasi 250 persone. Ad ottobre un altro terremoto ha colpito il centro Italia, ferendo una ventina di persone nei pressi di Norcia. Un sisma percepito fino a Roma, tant’è che numerosi sacerdoti hanno dovuto celebrare Messa all’esterno, perché gli edifici sarebbero potuti crollare. La Basilica di San Benedetto è totalmente distrutta. Persone da tutto il mondo hanno mostrato il loro supporto con la preghiera e con aiuti pratici.

ITALY-QUAKE
  1. BAGNI PER TRANSGENDER

La riassegnazione del sesso di Bruce/Cate Jenner ha riacceso la questione Transgender, ma quest’anno si è parlato anche del caso – su cui è stata chiamata ad esprimersi la Corte Suprema degli Stati Uniti d’America – dei bagni per transgender. È necessario un equilibrio tra la sicurezza pubblica e la discriminazione di genere, e molti stanno tentando di definire da un punto di vista costituzionale l’uguaglianza di genere.

Si è discusso di questa storia nella vostra comunità? Cosa ha fatto la vostra parrocchia (o cosa dovrebbe fare nel 2017) per seguire le orme di Cristo nei confronti di coloro che stanno vivendo il transessualismo?

transex
  1. LA MORTE DI FIDEL CASTRO

Lo scorso novembre è morto Fidel Castro. La sua leadership ha visto il diffondersi della persecuzione religiosa, ma la visita di Giovanni Paolo II potrebbe essere stato l’incipit per un parziale miglioramento. L’anno scorso è stato concessa l’autorizzazione per la costruzione di una nuova Chiesa Cattolica nell’Isola, per la prima volta in oltre cinquant’anni. Mentre Cuba ha ricevuto tantissime condoglianze di vari leader mondiali (tra cui papa Francesco), in molti si chiedono cosa riserverà il futuro. Le ceneri di Fidel Castro riposeranno nel Cimitero di St. Ifigenia. A Miami – dove vivono numerosi esiliati cubani  – l’arcivescovo Thomas G. Wenski ha pregato per la pace per il popolo cubano.

Considerando la scomparsa di un leader così influente, cosa chiederete a Dio per il 2017 degli altri paesi?

September 20 2015 : Pope Francis meets Fidel Castro at his home in Havana, Cuba.
  1. I CRISTIANI TRA PERSECUZIONI E SPERANZE

Al Cairo, in Egitto, un attacco suicida ha colpito la Cattedrale Copto-ortodossa di San Marco, uccidendo una quarantina di persone. Quest’anno i titoli di giornali si sono spesso concentrati su guerra e violenza, ignorando le storie positive e i casi di eroismo. Secondo quanto riportato da Terry Turner su Good News Network, in Cameron i cristiani proteggono le moschee di venerdì, e i musulmani proteggono le chiese di domenica. E non è un caso isolato! Che notizia meravigliosa. Quali buone opere compiereste (o già compite) per aiutare gli altri, in situazioni difficili, a vedere l’amore di Cristo per loro nonostante le insidie attorno a loro?

Cristiani iracheni a Mosul / AFP / SAFIN HAMED
Cristiani iracheni a Mosul / AFP / SAFIN HAMED

Questa lista non include tutti gli eventi che hanno caratterizzato il 2016. Di recente, in Messico, un incidente con dei fuochi di artificio ha ucciso 29 persone, e Berlino ha visto un attacco terroristico realizzato in un mercatino di Natale, il 19 dicembre. Quali altri eventi hanno avuto un impatto forte nella vostra vita di cattolici? Quali titoli di giornale vorreste leggere nel 2017?

Vi auguriamo un felice anno nuovo! Che la Buona Novella possa benedire questo 2017, giorno dopo giorno!

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

 [Traduzione dall’inglese a cura di Valerio Evangelista]
Pubblicità
Pubblicità
LOADING...