Stile di vita

“Vivi nel momento presente” e altri consigli indimenticabili di Madre Angelica

La fondatrice della rete televisiva EWTN, maestra di vita anche nella sofferenza

“Vivi nel momento presente” e altri consigli indimenticabili di Madre Angelica

Madre Angelica, clarissa dell’Adorazione Perpetua che ha fondato la rete televisiva EWTN ed è morta il giorno di Pasqua, ha trascorso anni e anni insegnando al pubblico di tutto il mondo attraverso la televisione. Sedeva e parlava.

Raymond Arroyo, uno dei suoi più stretti collaboratori, ha imparato molto da lei, sia ascoltando i suoi consigli che vedendola metterli in pratica.

“Devi imparare a vivere nel momento presente” è il consiglio che Madre Angelica gli dava più spesso, ha ricordato Arroyo.

“A un certo punto mi sono anche un po’ irritarto con lei e le ho detto: ‘Lei dice sempre che dovrei vivere nel momento presente, che devo imparare a vivere nel momento presente. Viviamo tutti nel momento presente. Io sto vivendo nel momento presente. Non ho scelta’. Lei ha detto: ‘No, no, no. Tu non sei nel momento presente. Sei nel futuro. Ti preoccupi di quello che succederà, e altre volte ti preoccupi di quello che è già successo, e rivivi il passato. Devi stare qui, nel momento presente”.

Arroyo viveva in Louisiana, ma quando l’uragano Katrina ha colpito la zona nel 2005 ha perso la casa. “Abbiamo fatto i bagagli e siamo andati a vivere in Alabama”, ha detto. “Le suore ci hanno permesso di vivere per 10 mesi in una delle loro case d’accoglienza. Ricordo di averla vista. Le ho chiesto: ‘Cosa pensa che significhi tutto questo?’, e lei mi ha preso la mano e mi ha detto: ‘Vivere nel momento presente’”.

“È la lezione della vita di Madre Angelica che porto con me. Devi andare avanti ed essere disponibile sia alle grazie che alle sfide del momento presente”, ha confessato Arroyo.

“Le chiedevo sempre: ‘Cos’è il momento presente?’, e lei diceva: ‘Cosa mi chiama a fare Gesù proprio ora? Non ieri o domani, ma adesso’. Le sue grazie e le sue benedizioni sono qui nel momento presente, e se non stiamo attenti le perdiamo”, ha detto.

“Nella sua lunga vita lei ha abbracciato ciascuno dei momenti presenti. Ha celebrato come nessun altro. Si è divertita come nessun altro. Ha anche sofferto molto e ha abbracciato quella sofferenza, e questo è ovviamente quello che ha caratterizzato tutta l’ultima fase della sua vita. È stata confinata nella sua cella per più di dieci anni, ma ha abbracciato quell’esperienza con lo stesso slancio e la stessa grazia con cui ha abbracciato tante altre cose”.

20 frasi indimenticabili di Madre Angelica

Madre Angelica non è mai passata inosservata. Era nota per la sua capacità di evitare le risposte rapide, fare osservazioni ironiche e scherzare cogliendo di sorpresa un interlocutore con la sua saggezza.

A causa di un problema cerebro-vascolare, la fondatrice della rete televisiva EWTN è rimasta in silenzio per più di un decennio, ma le sue osservazioni lasciano ancora il segno. Ne abbiamo raccolta qualcuna. La maggior parte è stata trovata nel Mother Angelica’s Little Book of Life Lessons and Everyday Spirituality.

Sulla conversione:
Anche il diavolo crede all’esistenza di Dio. Credere deve cambiare il nostro modo di vivere.

Sulla fede:
La fede è avere un piede a terra, un piede in aria e una sensazione come di onde nello stomaco.

Sulla carità:
Se segui Dio, egli non ti mostrerà mai la fine. È sempre un cammino di fede.

Sulla fiducia:
A meno che tu non sia disposto a renderti ridicolo, Dio non farà cose miracolose.

Sulla presa di coscienza:
Tutti trascinano le proprie carcasse al mercato, quindi fai attenzione.

Sull’amore:
L’amore non è un sentimento, è una decisione.

Sulla misericordia:
Non puoi andare in cielo odiando qualcuno. Perdona oggi stesso.

Sulla rabbia:
San Girolamo si colpiva con una pietra ogni volta che si arrabbiava. Se io facessi questo sarei già morta e con tutte le costole spezzate.

Sulle prove:
Se hai una croce, fattene carico. Ti renderà santo.

Sulla realtà:
Chi ti dice la verità ti ama. Chi ti dice quello che vuoi sentirti dire ama se stesso.

Sull’errore:
Ogni momento della vita è come se Dio dicesse: “So che in quel momento ti sei sbagliato, ma eccone un altro nuovo”.

Sull’orgoglio:
Una volta che hai contemplato l’umiltà di Gesù nell’Eucaristia, com’è possibile giustificare il tuo orgoglio?

Sul valore della sofferenza:
Serve molto coraggio per soffrire tutto il giorno.

Sui nemici:
Non dire: “Se non fosse per quella persona sarei santo”. No. Puoi essere santo a causa di quella persona.

Sul non mettere limiti a Dio:
I tuoi piani, i tuoi progetti, i tuoi sogni, devono essere sempre più grandi di te, perché Dio abbia spazio per agire.

Sulla perseveranza:
La fede è quello che ti fa cominciare. La speranza è quello che ti fa continuare a camminare. L’amore è ciò che ti conduce alla meta.

Sulla santità:
La santità è una splendida prova.

Sulla morte:
Suppongo che la morte debba sembrare questo: terminare e poter guardare indietro alle prove della vita e sapere che Dio è stato il tuo compagno costante.

Sul servizio:
Dio cerca dei dodo. Un dodo non sa che non si può fare. Dio usa dei dodo, io sono un dodo.

Sulla mondanità:
Dio vuole che tu stia nel mondo ma in modo ben diverso da quello del mondo, per poterlo cambiare. Rimboccati le maniche.

[Traduzione e adattamento dall’inglese e dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Pubblicità
Pubblicità
LOADING...