Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Gli straordinari miracoli di Padre Pio per il dono della maternità

Godong/Photononstop
France, Gironde, Montalivet, Padre Pio medal.
Condividi

4 testimonianze dell'intercessione del Santo per il sacro bene della vita nascente

La notte del mio travaglio, in preda alla paura e ai dolori lancinanti delle contrazioni, ho chiesto aiuto a Padre Pio. Quando qualche giorno dopo il parto l’ho raccontato a mia zia mi ha detto: “Certo, Padre Pio gira molto per gli ospedali”. Così mi sono ricordata di un libro che avevo letto e che raccoglie le eccezionali testimonianze di persone che hanno “incontrato” – nelle più varie modalità – il Santo di Pietrelcina e che narrano le grazie ottenute tramite la sua potente intercessione.

Non sono mai stata in pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo ma due anni fa è stato Padre Pio a venire a trovarmi, perché ho avuto la grazia di assistere all’arrivo delle sue spoglie – volute da Papa Francesco per il Giubileo della Misericordia – nella basilica di San Pietro. Un’emozione grande e inaspettata.

In occasione del centenario delle stimmate del Santo ho ripreso in mano il libro a cui ho accennato sopra “Padre Pio. I miracoli sconosciuti del santo con le stigmate” (La fontana di Siloe) e sono andata a rileggermi le parti che avevo segnato. Era un momento difficile della mia vita, soffrivo perché dopo qualche anno di matrimonio io e mio marito non avevamo ancora ricevuto la grazia di diventare genitori. Domenica sarà la festa del Santo di Pietrelcina che una volta profetizzò: “Farò più rumore da morto che da vivo”, e infatti egli continua a convertire i cuori degli uomini e a portarli a Gesù, la “missione grandissima” affidatagli da Dio. I passi che ho sottolineato e che in quel periodo mi scaldarono il cuore sono quelli relativi ai miracoli collegati al tema della maternità, testimonianze che sotto riportiamo augurandoci possano essere di aiuto e speranza per le tante donne che stanno vivendo una gravidanza difficile o che desiderano diventare madri.

Una madre chiede la grazia di un bambino per la figlia

La mia famiglia e io udimmo parlare di Padre Pio per la prima volta nel 1983. Tredici anni dopo, nel 1996, facemmo un viaggio a San Giovanni Rotondo, dove siamo poi tornati molte volte benché abitiamo in Argentina. Nel settembre del 1999, durante una di quelle visite, chiesi a Padre Pio di intercedere presso Dio perché mia figlia Marcela potesse avere un figlio: Ti chiedo solo un nipote, Padre Pio, solo uno!”. Uscii dalla chiesa convinta che la mia preghiera fosse stata ascoltata. “Non so se potrai intercedere – aggiunsi – ma ho fede e mi metto nelle tue mani”. Sentii allora un intenso profumo di rose; rimasi incantata per qualche minuto, persa in una gran pace interiore. Mi ricordo soltanto che mio marito si avvicinò preoccupato: “C’è qualcosa che non va? Perché ci hai messo tanto a uscire?”. Gli risposi con un’altra domanda: “Hai sentito il profumo di rose?”. Egli fece cenno di no con la testa. Infine, ricevemmo la grazia che avevo implorato con tanta fede: l’anno seguente nacque nostro nipote Mariano Francisco. Padre Pio non delude mai.

L’apparizione di Padre Pio ad una bambina che pregava per l’arrivo di un fratellino

Mia moglie Andrea e io ci siamo sottoposti per quattro anni a una cura di fertilità. (…) Alla fine, nel 2004, nacque nostra figlia Delfina María Luján. Tre anni più tardi, dopo avere sperato, illudendoci, nell’arrivo del secondo, Andrea lo perse. Fu un colpo durissimo. (…) ci recammo a Salta, a Tres Cerritos, dove più di 60.000 persone si riuniscono per pregare il Santo Rosario in onore dell’Immacolata Madre del Divino Cuore Eucaristico di Gesù (…) Vidi così che mia sorella María, domestica presso il centro, estrasse dalla tasca un santino di Padre Pio e lo diede ad Andrea, affinché lo pregasse. Di ritorno a casa, Delfina, di soli tre anni e mezzo, in auto ci disse che aveva appena visto un frate dietro l’albero dove si era seduta sua madre. Non abbiamo dato importanza a tale fatto, pensando che si trattasse di una fantasia tipica di una bimba della sua età. Ma in seguito, raccontando l’episodio a mia sorella María, questa ci spiegò che molte persone avevano visto Padre Pio proprio accanto allo stesso albero. (…)Le nostre preghiere al Santo di Pietrelcina furono molto presto accolte, poiché il mese dopo venimmo a sapere che Andrea era di nuovo incinta. La data probabile del parto doveva essere il 23 settembre. Lo stesso giorno in cui Padre Pio morì. Abbiamo deciso che, se fosse stato un maschio, lo avremmo chiamato Pio; e, nel caso fosse stata una bambina, Pia. (…)Dal momento che Pío Santiago nacque il primo di agosto, abbiamo deciso di battezzarlo il 23 settembre, nella chiesa di San Pio, presso La Plata. In seguito, inviammo una copia della registrazione della cerimonia a San Giovanni Rotondo, in segno di ringraziamento.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni