Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 31 Luglio |
Sant'Ignazio di Loyola
home iconChiesa
line break icon

Che cos’è il mistero dell’«apparente impotenza» di Dio?

© Public Domain

Gelsomino Del Guercio - Aleteia Italia - pubblicato il 24/10/17

Quante volte ci domandiamo perché il Signore non interviene in situazione di conflitto e sofferenza tra gli uomini. Il Catechismo lo spiega

L’esercizio della potenza di Dio è «misterioso». «La fede in Dio Padre onnipotente può essere messa alla prova dall’esperienza del male e della sofferenza. Talvolta Dio può sembrare assente ed incapace di impedire il male» (Catechismo della Chiesa Cattolica n. 272).

Gli essere umani cercano di capire perché Dio permette il male e la sofferenza e come lui potrebbe in qualche modo trarre un bene da essi. Solamente alla luce della rivelazione divina possiamo avere una risposta per queste domande.

A spiegarlo è il teologo Thomas Joseph White nella speciale edizione del Catechismo della Chiesa Cattolica, a cura del Gruppo Editoriale San Paolo, in coedizione con la Libreria Editrice Vaticana.

LA VITTORIA SUL MALE

La chiave di interpretazione dell’apparente impotenza di Dio di fronte al male, spiega White, si trova nell’umiliazione volontaria e nella risurrezione del Figlio di Dio. Dio ha sconfitto il male in un modo misterioso, anzitutto facendosi soggetto al male e soffrendo in solidarietà con gli esseri uomini, come uno che è lui stesso pienamente umano. Ha vinto il male in un modo definitivo per mezzo della vittoria della risurrezione di Cristo, nella glorificazione del suo corpo e della sua anima.




Leggi anche:
C’è la volontà di Dio dietro la nostra sofferenza quotidiana?

LA SPERANZA IN CRISTO

San Paolo fa riferimento all’apparente impotenza e alla follia della croce, che in verità rivelano la potenza e la sapienza incommensurabili di Dio Padre (cf 1 Cor 1,24-25; Ef 1,19-22).

La vita cristiana è animata dalla speranza che abbiamo in Cristo crocifisso e risuscitato. In virtù della nostra unione con Cristo nell’amore, persino le nostre sofferenze ora possono essere fonte della vita spirituale nel corpo più grande della Chiesa (cf Col 1,24).

UN’AMICIZIA GENUINA

San Paolo ci assicura che non importa quali mali possiamo incontrare in questa vita, «né morte né vita… né alcun’altra creatura potrà mai separarci dall’amore di Dio, che è in Cristo Gesù, nostro Signore» (Rm 8,38-39).

L’idea non è che Gesù Cristo vuole sminuire gli uomini. Al contrario, Cristo offre agli uomini che sono veramente limitati, peccaminosi e deboli, la possibilità di un’amicizia spirituale genuinacon uno che è onnipotente e che può dargli la forza per potere tutto (cf Fil 4,13).




Leggi anche:
Perché Dio permette tutta la violenza e la sofferenza che vediamo oggi?

IL “RUOLO” DI MARIA

Dio usa la sua onnipotenza al servizio del suo amore, per unirci persino in mezzo alle nostre debolezze con la potenza redentrice di Cristo crocifisso.

La Vergine Maria è rappresentata qui come modello della fiducia cristiana nella bontà e nell’onnipotenza di Dio. Lei credette alla parola dell’Arcangelo che nulla è impossibile a Dio e visse con questa convinzione non solo per il tempo dell’infanzia e della vita nascosta di Cristo, ma anche nel corso del suo ministero pubblico e nell’ora della sua crocifissione e morte.




Leggi anche:
La croce cristiana non è il gusto macabro di amare la sofferenza! Allora cos’è?

FIDUCIA ASSOLUTA

Fu anche assimilata da Cristo alla potenza della sua risurrezione nel mistero della sua Assunzione nella gloria. La Vergine Maria dimostra la virtù della fiducia assoluta nella potenza di Dio per la sua umiltà, la sua speranza di magnificare Dio e la sua ricezione grata delle iniziative di Dio.

FEDE E RAGIONE

La trattazione del CCC dell’onnipotenza divina termina con una citazione dal Catechismo Romano (I, 2, 13):

«Nulla meglio della persuasione che Dio tutto può fare potrebbe corroborare in noi i sentimenti di fede e di speranza. La ragione, guadagnata la nozione dell’onnipotenza divina, aderirà senza ombra di esitazione a qualunque cosa sia necessario credere, per quanto insigne e mirabile, per quanto superiore alle leggi e all’ordine di natura».

Questo passo implicitamente tocca il rapporto tra fede e ragione rispetto al mistero dell’onnipotenza divina. Da una parte, la credenza nell’onnipotenza di Dio è ragionevole. Dio ha dato l’essere a tutte le cose ed è quindi infinitamente potente.


Dan Brown

Leggi anche:
Fede Vs Ragione? Dan Brown è un furbo, ma noi non siamo scemi…

TUTTE LE COSE SONO POSSIBILI A DIO

La rivelazione divina e la ragione naturale possono cooperare armoniosamente. Se consideriamo i misteri rivelati alla luce dell’accettazione razionale dell’onnipotenza di Dio, possiamo vedere che Dio «può in linea di principio» fare le cose attribuite a lui dalla sacra Scrittura.

Le affermazioni del Credo della fede cattolica, quindi, non sono per niente contrarie alla ragione naturale. Dio può incarnarsi come persona, resuscitare i morti, fondare la Chiesa, preservarla dall’errore e cambiare il pane e il vino nel corpo e nel sangue di Cristo. Se crediamo in Dio, possiamo vedere che tutto ciò che la fede cattolica afferma è razionalmente fattibile in linea di principio, perché Dio veramente esiste e perché veramente «tutte le cose sono possibili a Dio».




Leggi anche:
Gli uomini di fede sono gli ultimi difensori della ragione umana

Tags:
dioimpotenzamistero
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
2
Gelsomino Del Guercio
Don Patriciello richiama Fedez che incita all’aborto: i pre...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
5
BENEDYKT XVI O KAPŁAŃSTWIE
Gelsomino Del Guercio
Nella Chiesa “separare i fedeli dagli infedeli”. La stoccata di B...
6
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni