Aleteia

Non avete mai sentito le Antifone O in questo modo!

Condividi
Commenta

Questa nuova interpretazione delle antifone maggiori dell'Avvento ha avuto un successo sorprendente

JJ Wright, compositore e pianista vincitore di un Grammy, ha recentemente prodotto un album intitolato O Emmanuel, diventato subito un grande successo e arrivato rapidamente in cima alla classifica Billboard.

L’album, realizzato in collaborazione con Dynamic Catholic, contiene anche le voci dell’eccezionale Notre Dame Children’s Choir e le musiche della Fifth House Ensemble. Le canzoni dell’album sono interpretazioni delle antifone maggiori dell’Avvento, canzoni per le antifone della Vigilia e del giorno di Natale, e “Gabriel’s Message”, un vecchio inno sull’Annunciazione riarrangiato.

Cecilia ha incontrato il compositore JJ Wright per sapere di più sull’album e sulla sua interessante scelta  stilistica. Ma prima di tutto…

Cosa sono le Antifone O?

Sono le antifone recitate prima del Magnificat durante i Vespri o nella Liturgia delle Ore nei giorni precedenti al Natale, partendo dal 17 dicembre. Ogni antifona inizia con il vocativo “O” (da qui il nome) e ha la propria origine nella Bibbia ebraica, con riferimento al Messia: O Emmanuel, O Sapienza, O (astro) Sorgente.

Una coppia atipica: il Sacro incontra il Jazz

Potreste rimanere spiazzati dal sound di O Emmanuel, un’inconsueta ma armoniosa unione di musica sacra e jazz, accompagnata dalle voci del coro dei bambini della chiesa di Notre Dame. Ma l’incontro tra i due generi può essere considerato una conseguenza naturale della formazione musicale di Wright: dopo essersi formato alla New School for Jazz di New York e aver fondato la propria carriera sul jazz, il giovane compositore ha deciso di approfondire le proprie radici cattoliche e ha iniziato a studiare musica sacra.

La prima volta che ha ‘contaminato’ i due generi musicali fu su suggerimento di un docente, durante un lavoro di classe svolto a Notre Dame. Wright a raccontato a Cecilia la sua prima reazione: “Ricordo di aver esitato molto. Avevo la sensazione che non ci fosse nulla in comune tra jazz e musica sacra. Da allora ho provato a usare il jazz come strumento per portare la nostra identità culturale nella musica sacra. E siccome la nostra musica sacra deriva da una tradizione molto ricca, da una solida base teologica, questo incorporamento culturale non la smuove; anzi, funge da porta d’accesso alla musica sacra stessa”.

 

Una guida all’ascolto

L’album O Emmanuel offre anche una guida all’ascolto, facoltativa, che si può acquistare insieme al CD. L’idea è stata del papà di JJ: quando ha ascoltato l’album, ha confessato al figlio di non aver compreso alcune sue scelte, che lo hanno addirittura messo a disagio. JJ gli ha quindi spiegato l’idea di fondo, parlandogli di come la musica possa essere usata per aprire la mente e far sperimentare la musica sacra in un modo nuovo. Dopo averne parlato, suo papà comprese a pieno il senso di questa scelta, e decisero di realizzare una guida all’ascolto disponibile per tutti.

Questa guida è disponibile con l’acquisto dell’album tramite Dynamic Catholic. Continuate a seguire Cecilia Music, perché vi proporremo altre canzoni da O Emmanuel e delle riflessioni dello stesso JJ Wright su ciascuna delle Antifone O.

Libby Reichert

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni