Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 27 Novembre |
Beata Vergine della Medaglia Miracolosa
home iconSpiritualità
line break icon

Coronavirus: la supplica a Padre Pio per chiedere la fine di questo "tempo tragico"

WEB2 - CORPSE OF

ROLF HAID / picture alliance / DPA

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 26/03/20

Recitiamo questa preghiera per i malati, per chi è in quarantena, per i medici e gli operatori sanitari, per l'economia, per ognuno di voi che "che vive questo tempo col cuore ferito"

Una supplica a Padre Pio per chiedere la fine del flagello, quel maledetto coronavirus che sta mettendo a dura prova l’umanità.

L’arcivescovo di Manfredonia – Vieste – San Giovanni Rotondo, padre Franco Moscone, che è anche presidente di Casa Sollievo della Sofferenza e direttore generale dei Gruppi di preghiera di Padre Pio, l’ha letta per la prima volta domenica 22 marzo, al termine dell’omelia, durante la Celebrazione Eucaristica vespertina da lui presieduta nella cripta del santuario di Santa Maria delle Grazie a San Giovanni Rotondo.

La Messa si è svolta a porte chiuse, concelebrata dai frati minori cappuccini del convento di San Giovanni Rotondo.

SAN GIOVANNI ROTONDO
Maria Paola Daud-ALETEIA
La chiesa di Santa Maria delle Grazie.

Testo della supplica

O glorioso Padre Pio (…),

In questo tempo di pandemia diventa impossibile riunirci fisicamente come Gruppi di Preghiera, ma ognuno di noi sa di essere persona di preghiera in comunione con tantissime altre e di molte ne conosce i nomi ed i volti.

In questo tempo tragico, o glorioso P. Pio, facci sentire che siamo veramente uniti in un solo grande Gruppo che abbraccia tutto il mondo e che si fa voce di tutte le Cittadelle di carità che lottano, soffrono e pagano con la loro professionalità per sconfiggere il male del coronavirus.

O glorioso Padre Pio, fatti mediatore della nostra preghiera presso il Cristo Crocifisso,da cui sei stato costituito cireneo dell’umanità. Attraverso la tua mediazione vogliamo intercedere:

•per le persone colpite dal virus e per quelle che per questo flagello hanno lasciato questo mondo: “feriti e caduti” di una guerra giunta improvvisa e senza essere dichiarata;

•per le famiglie dei defunti e dei malati, segnate nei legami più cari e in apprensione: “vittime inermi” di un nemico giunto come un ladro a modificare gli affetti e le relazioni;

•per chi è costretto all’isolamento in quarantena: esperienza quasi di “arresti domiciliari”, non per una colpa commessa, ma toccato da un avvenimento incomprensibile, magari infettato mentre compiva il proprio dovere professionale;

•per i medici di famiglia e gli operatori del primo soccorso: in “trincea”, con poche sicurezze e,a volte,senza mezzi a combattere un nemico invisibile;

•per i medici, gli infermieri, gli operatori sanitari e i lavoratori tutti dei presidi ospedalieri: “campi di battaglia” senza orari, turni e con forze che sembrano diminuire;

•per i responsabili della vita civile, governanti ed amministratori: leaders in tempi calamitosi, obbligati ad assumere decisioni che appaiono amare e impopolari;

•per il mondo dell’economia, per i lavoratori, gli operaie gli imprenditori di tutte le categorie,che vedono indebolita la loro attività e temono per la resistenza delle loro imprese: toccherà a loro la ricostruzione al termine di questa “guerra”; che si rafforzi in loro la creatività ed il senso del bene comune; •per i dimenticati: anziani e persone che vivono sole, mendicanti e homeless,tutte categorie rimaste come “escluse” dai circoli relazionali,che già erano in difetto e labili nei loro confronti;

•per gli ultimi che non appaiono più nell’informazione giornalistica e televisiva: gli emigranti, i rifugiati, chi rischia la vita attraversando sui barconi il “nostro mare”: tutti questi esistono ancora, come prima, e continuano il loro Calvario;

•per ognuno di noi,che vive questo tempo col cuore ferito, ma sa che soprattutto in una situazione come questa deve essere ancora di più vivaio di fede e focolaio d’amore.

Aiutaci, o glorioso Padre Pio, a intercedere per tutte queste persone: sono la carne di Cristo, sono l’Eucaristia, che in questi giorni non possiamo ricevere; sono l’Eucaristia vivente, fatta persona debole e sofferente… sul loro volto risplende il Volto del Figlio di Dio,il dolcissimo Gesù Crocifisso e Risorto.

Amen!


PADRE PIO,MASS

Leggi anche:
La preghiera di Padre Pio per espellere la paura, anche quella della morte

Tags:
coronaviruspadre piopreghiera
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Gelsomino Del Guercio
Il Papa donò un rosario a Maradona. E lui dis...
ILARIA ORLANDO,
Silvia Lucchetti
Iaia: il dono di essere nata e morta lo stess...
Matrimonio cristiano
Karolina Kόzka ha preferito la morte alla vio...
NATALE, IENE, COVID
Annalisa Teggi
Natale, il suo canto di gratitudine commuove ...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Aleteia
Foto incredibili di santa Teresa di Lisieux s...
COUPLE
Juan Ávila Estrada
Matrimonio: voglio amare il mio coniuge, ma n...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni