Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

In carcere ha incontrato la fede. E ha pagato quella conversione col martirio

Condividi

Il 9 luglio ricorre la memoria liturgica di sant’Agostino Zhao Rong. Morto per le torture subite

Il 9 luglio ricorre la memoria liturgica di un santo che ha visto stravolgersi la vita grazie ad una conversione.

Come scrive Avvenire (9 luglio), le vicende di sant’Agostino Zhao Rong ricordano i racconti neotestamentari della Chiesa nascente e quelli legati ai martiri dei primi secoli: gettati in prigione, infatti, spesso convertivano i loro stessi carcerieri.

Il carcere

E così fu per Zhao Rong, che era nato a Kweichou, in Cina, nel 1746. A 26 anni, quando era una guardia in prigione, fu mandato a custodire alcuni cristiani rinchiusi. Tra quei cristiani vi era un sacerdote, monsignor Dufresse da Chengdu, che continuava in carcere a predicare la fede e ad esercitare la pazienza: la persuasività delle parole e l’esempio della condotta del presbitero toccarono il cuore del suo carceriere, che ne rimase affascinato e decise di convertirsi.

Zhao Rong venne battezzato e cresimato il 28 agosto, decidendo di prendere il nome del santo del giorno, Agostino. Compiuti gli studi teologici necessari, venne ordinato prete nel 1781. Fu poi mandato in missione in una zona montuosa dove, però, venne riconosciuto, arrestato e ucciso durante la persecuzione del 1815: morì il 27 gennaio di quell’anno a causa delle torture subite.

Leggi anche: 5 sacerdoti martiri perfetti intercessori quando preghiamo per il sacerdozio

La canonizzazione

Primo sacerdote di nazionalità cinese di cui sia stato attestato il martirio,  Zhao Rong è stato canonizzato da Papa Giovanni Paolo II il 1° ottobre 2000, durante il grande Giubileo, con altri 119 martiri in terra cinese, indigeni e missionari.

Preghiera

O Dio, che nel tuo meraviglioso disegno

hai reso forte la tua Chiesa

per mezzo della testimonianza

dei santi martiri Agostino Zhao Rong

e dei suoi compagni,

concedi che il tuo popolo, fedele alla missione ricevuta,

veda accresciuta la sua libertà

e testimoni la tua verità davanti al mondo.

Per Cristo Nostro Signore

Amen.

Leggi anche: Qual è il rapporto tra il primo missionario in Cina e la beatificazione di 124 martiri coreani?

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.