Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Sei madre e ti senti sola?

Condividi

7 consigli per combattere il senso di solitudine di cui soffrono molte donne nella maternità

La maternità è la cosa più meravigliosa della vita, ma per molte mamme, anche se si sentono incredibilmente benedette ed emozionate, non è raro sentirsi sole in alcuni momenti.

Quando parliamo di ormoni, sappiamo che i livelli di estrogeno e progesterone crollano bruscamente dopo il parto e possono scatenare alti e bassi, ma esistono molti fattori che probabilmente contribuiscono a questo quadro: abituarsi alla nuova vita da mamma, prendersi cura del bambino e del bambino grande, trascorrere notti e giorni concentrandosi sul neonato, recuperare mentre il corpo sta assimilando tutto per tornare alla normalità…

Una mamma può lottare facilmente con il senso di solitudine e l’ansia, l’esaurimento, la nostalgia per i tempi passati, la tristezza per l’aspetto fisico, o subire squilibri nel rapporto matrimoniale. Sentirsi così non è raro, e bisogna sapere cosa fare.

Shutterstock

Come combattere la solitudine

1. Siate oneste sul modo in cui vi sentite. A volte ci costa riconoscere che ci sentiamo sole, perché si suppone che stiamo vivendo un momento felice. Identificare il problema è fondamentale per agire al riguardo.
2. Curate la comunicazione con vostro marito. Può essere che non si renda nemmeno conto che vi sentite sole, e dirglielo gli dà l’opportunità di fare un passo avanti e di aiutarvi. La comunicazione, soprattutto nel periodo subito dopo il parto, è fondamentale per la coppia. I mariti hanno bisogno delle mogli come queste hanno bisogno di loro. Discutete con vostro marito altre soluzioni possibili, e se siete una madre single chiedete ad amici o parenti di aiutarvi quando ne avete bisogno.
3. Non dimenticatevi di voi stesse. La solitudine è imparentata con la trascuratezza. Qualsiasi persona si deprime se resta tutto il giorno chiusa in casa e in pigiama. È facile concentrare tutta l’attenzione sui figli e dimenticarsi di sé, ma è certo che se state bene ne beneficeranno anche loro. Lavatevi prima che vostro marito esca al mattino, pettinatevi, truccatevi se lo fate regolarmente e comprate dei vestiti nuovi. Vedendovi attraenti vi sentirete meglio.
4. Circondatevi di altre mamme con cui poter unire le forze. Non c’è nulla di più fecondo o potente di due donne che condividono le proprie esperienze. È di grande aiuto contare su una comunità di persone che comprenda, per quanto possibile, cosa state passando. Questo significa che avete bisogno di conoscere altre madri!
5. Uscite di casa. Andare a spasso, con il bambino o da sole nel caso in cui ci sia qualche volontario che si offre di restare a casa a controllarlo, è una buona idea. Uscite a passeggiare o a prendere un caffè con un’amica ogni volta che sorge l’opportunità. Non avete chi chiamare? Unitevi a un gruppo locale di sostegno.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni