Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!
Aleteia

vedova

Non dimentichiamoci di chi è vedovo

Ricorreva ieri, 23 giugno, la Giornata Internazionale delle Persone Vedove, istituita dall’Onu nel 2011. Alcuni spunti di riflessione per chi vive questo stato, aiutati soprattutto dallo sguardo …

Vedova, tre figli: viene assunta in azienda al posto del marito morto di Covid-19

Il gesto di grande umanità di un imprenditore in provincia di Monza che non ci ha pensato un minuto ad offrire un posto di lavoro alla moglie di un suo operaio morto durante la pandemia

Vanessa Bryant: Kobe e Gigi sapevano di essere profondamente amati

Mercoledì sera la vedova di Kobe consegna a Instagram il suo messaggio di dolore e ringraziamento per tutti coloro, milioni!, che sono vicini a lei e alla sua famiglia in questo lutto smisurato. …

Preghiera di una persona vedova che si sente sola

Gesù non ci ha forse detto “Beati gli afflitti, perché saranno consolati”? Questa promessa dà a chi ha perso una persona cara il diritto alla speranza

La vedova del Vangelo di domenica aveva almeno 3 motivi per tenersi il suo denaro. Ecco perché non lo ha fatto…

... e perché dovremmo seguire il suo esempio, pur se quelle stesse ragioni si potrebbero applicare anche a noi

Le vedove consacrate, un amore che vince la morte con la carità

Grazia, essendo rimasta vedova giovane e con due figli piccoli, ha pensato che il tempo che dedicava al marito lo avrebbe potuto dedicare al Signore (senza toglierlo alla famiglia)

Cos’è la carità? Non è dare il superfluo ma condividere se stessi!

"L’amore vero è condividere se stessi, il nostro stesso essere, cioè il nostro essenziale" don Luigi Maria Epicoco

Il monastero dei vedovi: una fedeltà eternata nell’amore di Dio

Formato da tre monasteri, di cui uno situato in Guyana e due in Correza, la comunità monastica dei fratelli della Risurrezione, fondata dagli anni ’80, raggruppa persone che hanno deciso di vivere …

“Cristo è colui che rende finito il dolore destinato ad essere infinito”

Il commento al Vangelo di oggi di don Luigi Maria Epicoco