Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

ospedale

In un mondo senza Cristo muore anche l’ospedale

La crudele fine di Alfie (e di Charlie e di Isaiah), l'episodio del giovanissimo Blake e innumerevoli altri casi giunti alle cronache in questi ultimi mesi, sono il segno di un regresso mondiale: …

Perché gli ammalati negli ospedali sono spesso diffidenti verso i preti?

La "colpa" è dell'unzione degli infermi. Come spiega il cappellano del "Sant'Andrea" di Roma

Grido di aiuto dalla Valle dei Cristiani in piena guerra siriana

La situazione è sempre uguale o è addirittura peggiorata, spiegano i medici dell'ospedale che accoglie feriti di varie zone

Il prete 94enne che si batte per i diritti dei malati all’ospedale di Cecina

Un "guerriero" amato in tutta la cittadina toscana. Il 17 giugno ha festeggiato 70 anni di sacerdozio. "Dio l'ho incontrato in corsia", dice Don Reno Pisaneschi

Una bambina inglese di 9 anni in ospedale per dipendenza dal videogioco Fortnite

È arrivata a farsi la pipì addosso pur di non staccarsi dallo schermo

Addio suor Marguerite, Aleppo piange l'”angelo degli ammalati”

Ha voluto fermamente che l'ospedale di Saint Louis (da lei diretto) restasse sempre aperto durante la guerra civile

L’Italia ha un cuore, per una bimba di tre anni

Al Bambin Gesù di Roma è stata eseguita un'operazione cardiaca all'avanguardia che permetterà a una paziente piccolissima di vivere a casa in attesa di un trapianto

Andras ha tre mogli, Zoltan ama il paracadute, Marika chiede l’Eucaristia. Tutti mendicanti dell’amore di Cristo

A Budapest le suore di Madre Teresa "viziano" i pazienti di un ospedale per senzatetto, sì: donano loro tutte le premure che merita chi porta addosso l'immagine di Gesù sofferente

“Vi racconto gli ultimi giorni di vita di Don Gabriele Amorth”

La storica assistente Rosa: ironico e gentile fino all'ultimo, pregava il rosario tutti i giorni alle 16

Una città si unisce ogni sera per mandare un dolce messaggio ai bambini malati

La tradizione è iniziata come un arrivederci speciale a un paziente dell'ospedale