Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

linguaggio

La speranza e la sofferenza

Attraverso il linguaggio e nel linguaggio, l'immaginario resta disperato. Ma proprio in questa disperazione, che impedisce all'immagine di chiudersi su se stessa in uno sdoppiamento vano e sterile …

Nove modi per non parlare di Dio

Raimon Panikkar ha una idea precisa non di ciò che è Dio è, ma di ciò che Dio non è. Tuttavia anche quest'idea cade sotto la sua stessa critica

Perché Dio ha dato all’uomo il compito di dare i nomi alle cose?

Se l’uomo ha il potere di dare il nome alle cose, significa che esse prendono senso rispetto all’essere umano.

La parola e il linguaggio

Attraverso il linguaggio l’uomo conosce la possibilità di entrare in relazione con Dio e con il mondo

Il gergo di Francesco: que Dios me banque! Se mi ha messo qui che ci pensi lui

"Bancar" è un’espressione che appartiene al gioco d’azzardo e che via via ha assunto il significato di “sostenere qualcuno”

Il “chamuyo” di Dio, seduttore ad oltranza

Prosegue l'analisi del linguaggio popolare di Papa Francesco

Il papa e l’invito a “pescar” uno sguardo nuovo sulla società e sulla Chiesa

“Pescar una idea” vuol dire averla già tirata fuori completamente, portata a galla, trascinata in superficie, esposta alla luce rischiaratrice fino in fondo

La parola distingue l’uomo dagli altri animali e lo porta a Dio

Il linguaggio dell’uomo non fa esistere le cose del mondo ma rinnova l’azione di Dio nel mondo