2 / 5
FRANCOIS-XAVIER BELLAMY, DIMORA, ITACA, 2019 In un tempo in cui il mondo occidentale è reso fragile per una sorta di spossatezza interiore, ciò che rende possibile il movimento di ogni vita e le dona un senso è sempre ciò che permane. Abbiamo bisogno di una dimora, di un luogo che diventi familiare, un punto fisso, un riferimento intorno al quale il mondo intero si organizzi.
+

© Itaca edizioni