Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

1/10

10 India

Il secondo Paese più popoloso al mondo è entrato per la prima volta nella lista. Da quando il partito attualmente al potere ha preso il controllo nel 2014, i cristiani sono stati trattati come cittadini di seconda classe, vedendosi spesso negato l'accesso alle risorse idriche e ai rivenditori di alimenti sovvenzionati dal Governo. Accettare Gesù in India può attirare su di sé e sulla propria famiglia l'ira degli estremisti induisti.
2/10

9 Iran

La società iraniana è governata dalla legge islamica, che restringe rigidamente i diritti e le opportunità lavorative dei cristiani. L'Iran considera il cristianesimo un tentativo da parte dell'Occidente di minare l'autorità del regime islamico, e quindi i cristiani vengono presi di mira. I servizi ecclesiali in persiano, la lingua nazionale, non sono permessi, e ogni volta che si assiste a un servizio cristiano si sa che le forze governative potrebbero fare irruzione e arrestare tutta la congregazione.
3/10

8 Yemen

La guerra civile nello Yemen ha aperto le porte ad abusi diffusi nei confronti della piccola comunità cristiana del Paese. Gli aiuti umanitari vengono rapidamente divisi tra le comunità islamiche, distribuiti attraverso le moschee e negati ai cristiani. Anche l'adorazione è rischiosa e potrebbe portare alla morte se scoperta. I cristiani affrontano la persecuzione da parte delle autorità, delle loro famiglie e dei gruppi radicali islamici, che uccidono chi rifiuta di rinnegare Cristo.
4/10

7 Eritrea

Dal 1993, il Presidente Afwerki ha istituito un regime brutale che che commette violazioni dei diritti umani. Il Governo è noto perché compie raid nelle case e imprigiona centinaia di cristiani in condizioni disumane, come chiuderli nei container sotto il sole cocente. I cristiani delle denominazioni non maggioritarie, come gli evangelici, subiscono le persecuzioni peggiori.
5/10

6 Sudan

Il Sudan è governato come Stato islamico dal 1989. Nell'ultimo anno molti cristiani sono stati arrestati e le loro chiese distrutte, e molti altri luoghi di adorazione figurano in una lista di edifici da demolire. Il Sudan è particolarmente duro nei confronti di chi si converte dall'islam, al punto che spesso i convertiti non allevano i loro figli nella fede temendo che questi possano rivelare inavvertitamente la conversione dei genitori.
6/10

5 Pakistan

I cristiani del Pakistan continuano a vivere nella paura provocata dalle rigide leggi anticonversione del Paese. Un esempio è il caso di Asia Bibi, sull'orlo della morte per anni. Anche dopo la sua recente assoluzione, continua ad essere un bersaglio degli estremisti islamici, che negli ultimi mesi si sono rafforzati a livello politico. I cristiani vengono trattati come cittadini di seconda classe, e si stima che ogni anno 700 ragazze e donne cristiane vengano rapite, stuprate e costrette a convertirsi all'islam e a sposare uomini musulmani.
7/10

4 Libia

Il livello di violenza nei confronti dei cristiani in Libia è molto elevato. I gruppi militanti islamici prendono di mira soprattutto i cristiani con un background musulmano. Il Paese ospita anche molti lavoratori immigrati che vengono continuamente attaccati, abusati sessualmente e arrestati. Se se ne scopre la fede cristiana, il trattamento non può che inasprirsi.
8/10

3 Somalia

Si stima che il 99% della popolazione somala sia musulmana, e le minoranze vengono duramente perseguitate. I convertiti al cristianesimo sono il bersaglio principale dei militanti, e se scoperti vengono uccisi all'istante. Negli ultimi anni il sentimento anticristiano è fortemente aumentato.
9/10

2 Afghanistan

L'Afghanistan è uno Stato islamico per costituzione, e la conversione è considerata equiparabile al tradimento. Molti convertiti vengono considerati pazzi per il fatto di aver abbandonato la fede islamica, e quelli che non vengono giustiziati sono spesso rinchiusi in strutture psichiatriche. Il Paese ospita vari gruppi estremisti che si dedicano alla caccia ai cristiani, uccidendoli quando li trovano.
10/10

1 Corea del Nord

Il Paese più pericoloso per i cristiani è la Corea del Nord, dove la popolazione è stata costretta a idolatrare la famiglia Kim, al potere da tre generazioni. L'adorazione cristiana dev'essere realizzata segretamente per non attirare l'attenzione. Le autorità offrono incentivi allettanti a chiunque denunci un cristiano. Per questo motivo, l'adorazione pubblica è inesistente.
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.