Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

1/11
LA CORONA DI SPINE:
Fa parte del tesoro della Cattedrale di Notre-Dame de Paris dal 1806. Fu san Luigi a riportarla in Francia. Nel XIII secolo egli fece edificare un reliquiario su misura: la Sainte Chapelle. I fedeli possono venerarla ogni primo venerdì del mese e ogni venerdì di Quaresima.
2/11
LA SACRA SINDONE DI TORINO: Dal 1898, quando Secondo Pia rese pubblica una fotografia in cui il negativo faceva apparire l'immagine di Cristo in un modo miracolosamente preciso, questo sudario di lino lungo più di quattro metri è stato oggetto di dibattiti scientifici e ha ispirato grande venerazione da parte dei fedeli.
3/11
LA MANGIATOIA:
Esposta in un reliquiario in cristallo nella cripta della basilica papale di Santa Maria Maggiore, in Roma, la Mangiatoia contiene pezzi di legno che sarebbero appartenuti alla culla di Gesù.
4/11
LA SANTA TUNICA:
Esposta in pubblico ogni cinquant'anni, la tunica è conservata nella basilica di Saint Denis di Argenteuil, in Francia. Si ritiene che sia l'indumento che Cristo indossò sulla via del Calvario.
5/11
LA CUFFIA DI CAHORS: All'epoca di Gesù, il capo dei defunti era coperto con una cuffia di stoffa. Si dice che questa reliquia venne recuperata dagli apostoli dopo la Resurrezione e rimase a Gerusalemme per quasi 800 anni prima di essere donata a Carlo Magno, che a sua volta la donò al vescovo di Cahors (Francia). Oggi è custodita nella cappella di San Gausberto a Cahors.
6/11
LA CORONA FERREA:
Prezioso simbolo del regno longobardo (e poi di quello d'Italia), la corona ferrea fu realizzata nel 591. Sarebbe composta da uno dei chiodi della Vera Croce, quelli scoperti da sant'Elena. Da Carlomagno a Ferdinando I d'Austria, passando per Carlo V e Napoleone, tutti i grandi sovrani hanno cinto questa corona.
7/11
LA SACRA LANCIA:
Preziosa per aver trafitto il fianco di Cristo durante la sua crocifissione, un po' dappertutto in Europa s'è rivendicato il possesso della Santa Lancia. Da Antiochia a Roma, dall'Armenia al Sacro Romano Impero Germanico. Nel XIII secolo Luigi IX ne ha comprato un frammento per esporlo nella Sainte Chapelle, a Parigi. Scomparve durante la Révolution. Dal 1492 un altro frammento si trova a Roma.
8/11
IL SANTO CALICE DI VALENCE:
Il santo graal, utilizzato da Cristo durante l'ultima cena, potrebbe trovarsi a Valence. Dopo essere stato nascosto da una fedele durante la Guerra di Spagna, ebbe la sua ora di luce nel 1982, quando Giovanni Paolo II, in visita, lo utilizzò per la messa dopo averlo venerato.
9/11
LA COLONNA DELLA FLAGELLAZIONE:
Tale strumento sarebbe stato utilizzato durante la Passione di Cristo per legarvi Gesù, esso sarebbe dunque testimone della flagellazione da lui subita. Un suo pezzo è oggi esposto nella basilica di Santa Prassede a Roma.
10/11
IL SACRO MORSO DI CARPENTRAS:
Rinvenuto da sant'Elena sul luogo supposto della Crocifissione, il sacro morso sarebbe stato fabbricato con il chiodo che bloccava la mano destra di Cristo. Era stato conservato a Costantinopoli prima di scomparire e di ricomparire a Carpentras. Il sacro morso è oggi il principale attributo dello stemma cittadino di Vaucluse, e questo fin dal 1260.
11/11
IL VELO DELLA VERONICA:
Il Santo Volto è un'icona "acheropita", ovvero “non fatta da mano umana”; l'immagine è apparsa miracolosamente quando Veronica ha usato il suo velo per asciugare il volto di Cristo sulla via del Calvario. Si pensa che il velo di Manoppello, conservato nel santuario omonimo in provincia di Pescara, sia quell'immagine del Santo Volto. Il suo aspetto è servito come modello per rappresentazioni successive. Benedetto XVI ha visitato Manoppello durante il suo pontificato.
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.