9 / 9
9) NON RIMANDARE IL CONGEDO Non si deve chiudere la morte di un familiare nel silenzio e rimandarla fino a quando non si potrà fare un funerale a posteriori, perché questo vorrebbe dire lasciare aperta la ferita, e allora il momento del funerale diventerebbe ancora più doloroso. Ciò non toglie che quando la situazione provocata dal coronavirus sarà terminata si possa celebrare una Messa o un evento che riunisca parenti e amici. Nel caso in cui una persona non sia sola ma ci sia qualche familiare con lei, può essere molto positivo ricordare qualche aspetto della persona defunta. Ad esempio, a una nipote può essere di aiuto il fatto di ricevere un fazzoletto della nonna o un altro oggetto che la aiuti a ricordarla spesso.
+

© Shutterstock