Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

1/12

San Nicola

San Nicola di Myra, il “buon san Nicola”, è invocato tanto in Oriente (dov'è il patrono dei Russi) quanto in Occidente (dov'è il patrono dei bambini – e in un certo senso l'antenato di Babbo Natale). Un'équipe di scienziati dell'università di Liverpool ha ricostruito il suo viso utilizzando le sue reliquie, conservate a Bari. Altri frammenti sono conservati altrove, come a Saint-Nicolas-de-Port (Francia) e nella cattedrale Saint-Nicolas di Friburgo (Svizzera). Si nota il naso rotto che, secondo la professoressa Caroline Wilkinson, si è ricongiunto «in maniera asimmetrica, dandogli un naso caratteristico e un'apparenza facciale robusta».

[read_also art1="439583" /]
2/12

Beata Anna degli Angeli

Nata in Perù, è entrata dalle domenicane contro il parere dei suoi genitori. È stata segnalata per i suoi talenti di consigliera spirituale e persone venivano da tutta la città per ricevere i suoi insegnamenti. Questa ricostruzione facciale è stata possibile grazie al lavoro di un'équipe di scienziati che ha esaminato il cranio della donna.

[read_also art1="382434" /]
3/12

Sant'Antonio da Padova

Dottore della Chiesa, santo patrono del Portogallo, frate francescano, predicatore di fama e oggetto di grande devozione nel mondo, sant'Antonio da Padova è solitamente rappresentato con viso magro e ovale lungo, spesso in compagnia di Gesù Bambino. Nel 2012, il museo di Anthropologie dell’Università di Padova ha avviato un progetto di ricostruzione medico-legale del volto degli estinti i cui resti sono conservati, permettendo così di ricostruire il volto di sant'Antonio a partire da uno studio del suo cranio. Contro ogni aspettativa, il risultato dello studio porta a un uomo di ben robusta costituzione.

[read_also art1="401251" /]
4/12

Santa Maria Maddalena

Maria Maddalena, anche chiamata “Maria di Magdala”, sarebbe morta, secondo la leggenda, a Saint-Maximin (Francia). Fondandosi su delle reliquie (un cranio e dei capelli) che le sarebbero appartenute un'équipe guidata da Philippe Charlier, paleontopatologo e specialista francese degli enigmi medico-storici, ha lavorato per un anno sul progetto che nel 2017 avrebbe finalmente prodotto una ricostruzione medico-legale del viso della santa. Vi si mostra una donna «di tipo mediterraneo gracile» dai capelli scuri e dal naso prominente.

[read_also art1="251403" /]
5/12

Santa Maria Maddalena (bis)

La nota figura del Nuovo Testamento è spesso presentata come una peccatrice pentita, e a lei per prima apparve Cristo Risorto. Quest'altra ricostruzione facciale, condotta a partire dal medesimo cranio, era stata prodotta nel 2015.

[read_also art1="323493" /]
6/12

San Valentino di Monselice

Lo conoscete bene, è il patrono degli innamorati. Vescovo di Terni in Italia, san Valentino è diventato il simbolo dei piccioncini su ordine di Papa Gelasio, grazie a un caso del calendario. Gli si attribuisce la capacità di proteggere gli innamorati. In realtà, il suo nome si riferisce ad almeno tre santi dell'antica Roma. Un gruppo di scienziati dell'università di Padova ha studiato da vicino i suoi presunti resti, conservati nell'oratorio di San Giorgio a Monselice. Fondandosi sul cranio e sulla mascella, hanno stabilito il ritratto di un giovane sui venticinque anni di età.

[read_also art1="376889" /]
7/12

San Valentino (bis)

Bisogna ricordare che la vita di san Valentino resta circonfusa di mistero e che ci sono diversi santi che portano questo nome. Ecco un'altra rappresentazione del santo patrono degli innamorati, realizzata stavolta dal designer brasiliano Cícero Moraes. È stata realizzata a partire da una lunga serie di foto di un cranio attribuito al santo e conservato nella chiesa di Santa Maria in Cosmedin a Roma. Siamo ben lungi dall'aspetto del giovanotto della versione precedente.

[read_also art1="376878" /]
8/12

Santa Paulina

Religiosa italo-brasiliana, santa Paulina del Cuore Agonizzante di Gesù (chiamata anche solo “Santa Paolina”) ha fondato la congregazione delle piccole suore dell'Immacolata Concezione. Nata nel 1865, è la prima brasiliana canonizzata: esistono delle fotografie, ma questa ricostruzione in 3D è stata realizzata a partire dal cranio in occasione del 150esimo anniversario della nascita della santa.

[read_also art1="165922" /]
9/12

San Giovanni Nepomuceno

San Giovanni Nepomuceno, particolarmente venerato in Repubblica Ceca, è un prete del XIV secolo che sarebbe stato assassinato per aver rifiutato di rivelare contenuti della confessione sacramentale della regina Sofia di Baviera-Monaco. In un certo senso, è l'eroe del sacramento della confessione. Un'équipe di antropologi cechi ne ha restituito l'aspetto un un busto che dovrebbe assomigliare molto a una descrizione dettagliata realizzata nel 1972:
Si può vedere che è ben sbarbato, la sua tonsura è relativamente corta e questo indica che è appartenuto a un ordine religioso. Quando se ne guarda il volto, si rileva una certa asimmetria alla mascella. E quando lo si osserva da dietro, si nota ugualmente un'asimmetria alla scatola cranica.
Così ha indicato Eva Vaničková, antropologa e co-autrice della ricostruzione facciale.

[read_also art1="288417" /]
10/12

San Sidonio di Aix

Non sarebbe uno qualunque: san Sidonio di Aix sarebbe nientemeno che il cieco nato di Gv 9: secondo la leggenda, si sarebbe unito ai discepoli di Cristo e poi si sarebbe imbarcato con Lazzaro, Marta, Maria Maddalena ed altri amici in direzione della Provenza. Questa ricostruzione è stata svolta sulla base di un cranio attribuito al santo e conservato nella basilica di  Sainte-Marie-Madeleine de Saint-Maximin-la-Sainte-Baume (Var).

[read_also art1="148422" /]
11/12

Santa Rosa da Lima

Patrona delle Americhe, si tratta della prima santa del Nuovo Mondo. Questa terziaria domenicana non ha vissuto che per Dio in un'austerità molto grande. Vegetariana ante litteram, aveva fatto voto di non mangiare mai carne e divideva il suo tempo tra la contemplazione di Dio e il servizio agli indi, dai bimbi abbandonati ai vecchi malati. Il suo ritratto è stato ricostruito grazie a dei ricercatori peruviani e brasiliani che si sono ritrovati nel convento di San Domico di Lima (Perù). Per il lavoro si sono basati su una scansione del cranio della santa, conservato dai religiosi.

[read_also art1="277553" /]
12/12

San Martino di Porres

Lavoro analogo è stato effettuato per san Martino di Porres, il cui cranio è stato conservato. Figlio di una liberta nera e di un nobile spagnolo castigliano che non l'ha riconosciuto, ha subito per tutta la vita umiliazioni dovute alla sua nascita illegittima e al fototipo dovuto al suo meticciato. A 22 anni entrò a Lima dai domenicani. È noto come il santo patrono degli umiliati.

[read_also art1="351276" /]