Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
1/10

Rétro chic

L'abito nuziale rétro vintage fa sognare. Il glamour degli anni ’50 o il bohème dei ’70… Tutte abbiamo un'epoca il cui stile ci ispira. Le case di moda l'hanno ben compreso e propongono per la prossima stagione dei modelli ispirati agli abiti nuziali delle nostre mamme, però senza nostalgie: guardate quest'abito a taglio principessa, con pieghe piatte in vita, realizzato dalla stilista Margaux Tardits e ispirata al film The Duchess.
2/10

Minimalismo raffinato

Piú di un anno dopo il suo matrimonio col principe Harry, l'aura minimalista di Meghan Markle ispira sempre le future spose. Il suo abito lungo, immaginato da Clare Waight Keller per Givenchy, d'un'eleganza purificata con lungo strascico, è apparso cosí filo conduttore di numerose collezioni mostrate durante l'ultima Bridal Fashion Week. Come quest'abito estremamente femminile di Laure de Sagazan, dalla ricaduta perfettamente fluida. 
3/10

Spirito parigino, ovvero “eterna eleganza”

Se siete una sposa poetica alla ricerca di tenerezza e di una veste estremamente elegante per celebrare il momento sacro, quest'abito proposto da Celestina Agostino è l'ideale per voi. Ispirato dal cielo spesso bianco di Parigi, Celestina Agostino lavora da vent'anni a questo “colore assoluto” per abbellire le giovani spose. Ha cosí creato l'abito eternamente elegante, il piú carico che ci sia, quello del passaggio, della rinascita, quello di un destino amoroso in atto. E abbiamo detto tutto.
4/10

Glamour reinventato

Apparato dei piú begli abiti “da principessa”; lo strascico, finitura glamour dell'abito nuziale, torna con forza nel 2020, spesso reinventato dagli stilisti sotto forme piú contemporanee. Esso apporta poi agli abiti un'ombra di magia, come in questo modello Lalique della marca Harpe, che orna cosí la vita degli abiti longilinei.
5/10

Merletti forever

Se c'è un abito nuziale che non è mai completamente scomparso, questo è l'abito in merletto. Resistendo alle diverse tendenze, quest'ultimo era stato un poco messo da parte, prima di venir riabilitato da Kate Middleton nel 2011. Per il suo matrimonio col principe William, la duchessa di Cambridge aveva scelto una creazione in merletto firmata Sarah Burton per Alexander McQueen. Questa scelta dimostrava allora a tutto il mondo che se l'abito nuziale in merletto resta tradizionale, esso è nondimeno chic e romantico. Da allora, il merletto non è mai stato tanto presente sugli abiti nuziali. Come in questo, marcato Harpe, dallo spiccato portato romantico.
6/10

Due in uno

Dopo lo smoking bianco, è la volta che le tenute composte “due in uno” provano a rubare la vedette al classico abito nuziale. Come in questo caso, in cui il top e la gonna in merletto hanno un'aria falsamente disinvolta. Amante del vintage, la giovane e quotata stilista Laure de Sagazan crea abiti moderni, al contempo sobrii ed eleganti.
7/10

Maniche a palloncino

Per conferire poesia alla silhouette, niente di meglio delle maniche a palloncino stile Rinascimento. Lunghe come nella stilista Monique L'Huillier, queste maniche s'armonizzano a meraviglia con materiali ricamati, come in quest'abito estremamente femminile concepito dalla stilista Delphine Manivet.
8/10

Décolleté drappeggiato

Un cocktail di freschezza e di femminilità per quest'abito Vénus de la marque Harpe, il cui delicato décolleté drappeggiato panneggia il petto per celare il bustino in merletto di Calais. Un dettaglio sofisticato per l'abito.
9/10

Dettaglio trompe-l'œil

Quest'abito trompe-l’œil ispirato al film “Il Gattopardo” di Luchino Visconti gioca col contrasto introdotto dal top. La mescolanza della gonna minimalista e del top architettonico restituisce un risultato al contempo ultra-femminile e moderno. Una creazione firmata Margaux Tardits.
10/10

Dorso nudo, il nuovo décolleté

Leitmotiv delle stiliste da diversi anni, il dorso nudo è un po' il nuovo décolleté. Esso sublima con delicatezza la silhouette e valorizza la linea della nuca e l'acconciatura. Cosí il dorso nudo di quest'abito dell'atelier Marie-Liesse Création. Appassionata del suo lavoro artigianale, la stilista affida ciascuna delle sue creazioni alla Vergine Maria.