Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!
1/14

Gabriella

Il nome Gabriella viene dall'ebraico “gavrí-El”, e significa “la mia forza è Dio”. È il nome di uno dei tre santi arcangeli i cui nomi sono conservati nelle Scritture canoniche, san Gabriele, l'arcangelo della Buona Notizia, il messaggero di Dio. È lui infatti che compare a Zaccaria, a Maria e a Giuseppe per notificare le nascite di Giovanni Battista e di Gesù.
2/14

Margherita

Viene dal latino e dal greco, e significa “perla”: simbolo di purezza in molte tradizioni cristiane antiche (ancora oggi la perla è l'unico gioiello che le donne possano portare quando vengono ricevute in udienza papale), già nelle parabole evangeliche essa è metafora del Regno (Mt 13,45-46), di ciò per cui vale la pena investire la vita.
3/14

Joséphine

La radice del nome “Joséphine” significa letteralmente “Dio renderà grande la mia discendenza”. Una promessa fatta a più riprese, nella Bibbia, a partire dai giorni di Abramo: «Poiché non mi hai rifiutato tuo figlio, il tuo unico figlio, io ti colmerò di benedizioni, renderò la tua discendenza numerosa come le stelle del cielo e la sabbia del mare» (Gen 22,16-17).
4/14

Elisa

I nomi “Elisa” ed “Elisabetta” vengono dall'ebraico “Elí-sheba”, che significa “il mio Dio è pienezza”. Un bell'atto di fede.
5/14

Raffaella

Il nome “Raffaella” viene dall'ebraico e significa “Dio guarisce”: è anche il nome di uno dei tre arcangeli canonici. Poiché nel libro di Tobia egli accompagna e protegge il giovane protagonista, la Chiesa vede in lui l'angelo custode per eccellenza.
6/14

Pia

Ispirato all'aggettivo latino “pius”, che significa “pio”, il nome “Pia” – forte di una dozzina di papi che l'hanno portato – invita chi lo porta a rivolgersi verso Dio.
7/14

Ariel

Nome teoforico composto delle due parole “arí” ed “el”, “Ariel” significa “il mio leone è Dio”. Nelle Scritture, però, “ariel” è anche sinonimo di “eroe” e di “vigilante”. Non a caso è così che Isaia si riferisce a Gerusalemme: «Ariel, Ariel, città in cui Davide pose dimora» (Is 29,1.7). Per una ragazzina dal temperamento deciso.
8/14

Anna

Nome della madre della Vergine Maria, “Anna” è un nome ebraico che sta per “la grazia”. Nella rivelazione cristiana, la grazia è quell'immenso dono che Dio fa agli uomini nel rivelarsi e nel donarsi, nel rendersi presente nelle nostre vite. E quale dono regge il confronto con quello che ci permette di stringere un bimbo tra le braccia?
9/14

Agata

Il nome “Agata” viene dal greco “agathòs”, che significa “buono”. Una qualità del cuore cara a Cristo, che si approssima alla virtù della carità e che si trova a più riprese nei Vangeli.
10/14

Anastasia

Molto attestato in Russia e nei paesi slavofoni, il nome “Anastasia” viene però dal greco “Anastàsios”, che significa “il rialzato”, nel senso di “il risorto”. Una bella allusione al sacramento del battesimo, seconda nascita che genera alla vita dei figli di Dio, o a Cristo stesso, «primogenito dei morti» nella Risurrezione.
11/14

Benedetta

Dal latino “benedictus”, “Benedetta” significa “colei di cui Dio dice bene”. Battezzare così la propria figlia significa ricordarle in ogni occasione che Dio la ama.
12/14

Celeste

“Celeste” deriva dall'aggettivo latino maschile “Cœlestis”, che significa “del cielo”. Un bel modo di ricordare che il proprio figlio è un dono di Dio.
13/14

Emmanuela

Il nome “Emmanuela” viene dall'ebraico “himmanu-El”, cioè “Dio è con noi”. Compare nella Bibbia due volte: una in Isaia («Ecco, la Vergine concepirà e darà alla luce un figlio, che chiamerà Emmanuele, cioè “Dio è con noi”» [Is 7,14]), una quando in san Matteo, commentando la visita dell'angelo a san Giuseppe, l'Evangelista rimanda al passo veterotestamentario (Mt 1,23).
14/14

Teodora

Portato da due imperatrici bizantine, il nome “Teodora” viene dal greco e significa “dono di Dio”. Con questo nome, una bambina ricorda ogni giorno di essere il simbolo vivente della munificenza celeste.