Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 02 Dicembre |
Beato Charles de Foucauld
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...Storie di Santi

Beato Bronisław Bonawentura Markiewicz

Sacerdote e Fondatore

UM Slupska

Bronisław Bonawentura Markiewicz nasce a Pruchnik (nell’odierna arcidiocesi di Przemyśl) in Polonia, il 13 luglio 1842, sesto di undici figli di Giovanni Markiewicz, borgomastro della città, e Marianna Gryziecka.

Cresciuto con principi religiosi, perse la fede durante gli studi ginnasiali a Przemyśl, ma la sua solida base cattolica gli permise di recuperarla abbastanza presto, riacquistando serenità e pace interiore.

Nel 1863, a 21 anni, entrò nel Seminario Maggiore di Przemyśl e, dopo l’itinerario di studi necessari, fu ordinato sacerdote il 15 settembre 1867. Le sue prime esperienze e i primi incarichi furono in diocesi; viceparroco ad Harta e nella cattedrale cittadina, parroco di Gącz e di Błażowa.

Dando seguito al suo desiderio di dedicarsi alla formazione della gioventù, volle perfezionarsi negli studi di pedagogia e filosofia, frequentando il biennio 1873-1875, presso le Università di Lviv (Leopoli) e di Kraków (Cracovia), ma fu interrotto perché richiamato in diocesi dal Vicario.

In seguito il suo ministero si esplicò in vari incarichi: insegnante di teologia morale in seminario, prefetto dei chierici, confessore e cappellano delle suore benedettine e carmelitane, assessore concistoriale, giudice e censore ecclesiastico.

Nel 1885, a 43 anni, ci fu la svolta della sua vita. Volendo far parte di una congregazione dedita principalmente all’educazione della gioventù abbandonata e povera, decise di entrare fra i salesiani. Si recò a Torino Valdocco, dove fu accolto dal fondatore S. Giovanni Bosco e, dopo il noviziato, emise i voti nelle sue mani il 25 marzo 1887.

Espresse il desiderio di ritornare in Polonia con altri connazionali, per fondarvi una Casa salesiana per l’educazione dei giovani poveri, ma non fu appoggiato dai superiori. Altri incarichi gli furono affidati nel triennio successivo: assistente dei chierici a S. Benigno Canavese, professore di storia della teologia morale a Valsalice, confessore nell’Ospizio S. Giovanni Evangelista a Torino, insegnante privato del principe Augusto Czartoryski (beatificato il 25 aprile 2004), cappellano delle “Figlie di Maria Ausiliatrice” a Bordighera; confessore e assistente nella cartiera salesiana di Mathi (Torino).

Nel 1889, si ammalò gravemente di tisi. Don Michele Rua, ritenendolo in pericolo di vita, lo fece rientrare in Polonia, come parroco di Miejsce Piastowe, nella sua diocesi di origine Przemyśl (23 marzo 1892). L’aria natia lo fece ristabilire presto e prese ad organizzare una Casa per l’educazione della gioventù povera ed abbandonata, denominandola: “Casa don Bosco”.

Nel 1897 uscì dall’ordine dei Salesiani per fondare una nuova famiglia religiosa, sempre nello spirito salesiano, ma con particolare attenzione per le esigenze della popolazione della Galizia.

In attesa dell’approvazione ecclesiastica, fondò un’associazione civile che chiamò “SocietàTemperanza e Lavoro” con il fine di assistere ed educare i bambini e i giovani abbandonati.

Anche don Bronisław, come S. Giovanni Bosco, raccomandava ai suoi figli, e ai giovani che incontrava, una grande devozione all’Eucarestia e alla Madonna oltre che a S. Michele, che indicava come protettore nella quotidiana lotta contro il male. L’unione a Cristo crocifisso e la virtù della temperanza caratterizzarono la sua attività apostolica a favore del prossimo.

Consumato dall’intenso lavoro, addolorato dalle incomprensioni e delusioni, padre Bronisław morì nella sua parrocchia di Miejsce Piastowe il 29 gennaio 1912.

Il Signore benedisse i suoi sforzi e intenzioni e le sue fondazioni crebbero. Nove anni dopo la sua morte, il ramo maschile della “Congregazione di San Michele Arcangelo” ricevette l’approvazione ecclesiastica il 29 settembre 1921 e quello femminile il 15 agosto 1928.

Le Case sono 25 in Polonia, con missioni in Nuova Guinea, in Paraguay, nella Repubblica Dominicana, nello Zaire, in Canada, Germania, Austria, Italia, Libia, Camerun. I suoi membri sono detti popolarmente Micaeliti e pospongono al loro nome la sigla C.S.M.A..

Negli anni 1958-61 si svolsero i primi processi informativi per la causa della sua beatificazione.

A conclusione del III Congresso Eucaristico Nazionale Polacco, il cardinale Jozef Glemp, primate di Polonia, secondo il nuovo rituale, che con Papa Benedetto XVI (Joseph Ratzinger, 2005-2013) si è voluto instaurare riguardo le future beatificazioni, che non saranno più esclusivamente celebrate dal papa, ma con la sua approvazione e lettera apostolica verranno celebrate anche da cardinali incaricati o dalle Chiese nazionali, ha beatificato padre Bronisław Markiewicz il 19 giugno 2005, nella Piazza Józef Piłsudski a Varsavia.  Insieme a lui sono stati beatificati 2 altri sacerdoti polacchi: Ignacy Kłopotowski (memoria 7 settembre) e Władysław Findysz (memoria 23 agosto).

Accedi qui all'archivio dei santi del giorno
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
POPE FRANCIS ON CHRISTMAS
Giovanni Marcotullio
Non esiste alcuna “Messa di Mezzanotte”... sì...
Aleteia
Foto incredibili di santa Teresa di Lisieux s...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
PIAZZA SPAGNA
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco sceglie la prudenza, niente pi...
MESSA NATALE
Gelsomino Del Guercio
Messa di Natale in sicurezza, i vescovi itali...
Silvia Lucchetti
Remo Girone e la fede ritrovata dopo la malat...
Vedi di più