Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 20 Giugno |
Beata Vergine Maria Consolatrice
home iconStile di vita
line break icon

Per educare meglio i vostri figli, scoprite prima il vostro temperamento

Edward Cisneros/Unsplash | CC0

Edifa - pubblicato il 07/02/21

Lavorare su sé stessi, vedere perché questo o quell'atteggiamento in uno dei propri figli infastidisce, delude o porta gioia... Questo è un lavoro di introspezione che ogni genitore deve fare per educare bene i figli.

Comprendere il proprio temperamento aiuta a capire meglio quello del proprio figlio; ecco le spiegazioni di Claire Deprey, consulente matrimoniale e famigliare.

Perché è importante tenere conto del temperamento dei nostri figli?

Claire Deprey: per non ferirli, prima di tutto! Per riuscire a raggiungerli e quindi adattare le nostre reazioni, le nostre richieste e le nostre esigenze. I nostri figli si costruiscono in un ambiente familiare e sociale che è il loro, e il loro comportamento si adatterà in funzione al loro temperamento da un lato, e agli eventi che vivranno in questa famiglia dall’altro; questo già dalla vita nell’utero. È importante individuare ciò che tocca, ciò che fa male a nostro figlio, ma anche ciò che lo rende felice, ciò che lo fa aprire.

Non rischiamo di rinchiuderlo nelle nostre caselle?

In effetti è un rischio! Tuttavia il temperamento di un bambino può evolvere. I genitori possono aiutarlo a migliorare, a incanalarlo, ma soprattutto non devono cercare di cambiarlo! Il figlio può sviluppare qualità o difetti, anche nell’età adulta. Rinchiuso in una casella, sarà poi molto spesso prigioniero del suo temperamento, con tutto ciò che questo può comportare…

Non è importante che i genitori conoscano il proprio temperamento per adattare la loro educazione?

Questa è la base di un buon educatore! Anche se ci si scopre e si impara molto su sé stessi diventando genitori. Sono molto diffidente di tutti quei libri o corsi che sono proposti per diventare buoni genitori. Applicare strumenti educativi senza sapere se sono adatti al nostro temperamento non avrà alcun effetto positivo! Al contrario, spesso ci fanno sentire in colpa, facendoci sentire dei pessimi genitori o pensando di avere i peggiori figli del mondo!

Lavorare prima su noi stessi, vedere perché questo o quell’atteggiamento di nostro figlio ci infastidisce, ci delude o ci rende felici, comprendere ciò che riproduciamo dalla nostra stessa educazione e perché… Tutto questo lavoro di introspezione e di conoscenza di sé che possiamo fare in coppia non può che aiutarci ad adattare la nostra educazione, e soprattutto ad avere uno sguardo benevolo sulle nostre difficoltà nell’essere buoni genitori.

I bambini con temperamenti diversi richiedono un’educazione adatta a ciascuno di loro. L’educazione “alla carta” non è troppo costrittiva per i genitori?

In una famiglia c’è un’educazione generale, basata su valori educativi comuni, e una più personale, e questa attenzione all’educazione personale è recente. È necessaria, perché i nostri figli sono tutti unici, ma può essere molto dannosa ed anche ansiogena se si insiste troppo sulla sua differenza; il bambino può credere di non essere come gli altri e questa situazione può metterlo in una posizione di onnipotenza! Questo può essere estenuante per i genitori e fonte di gelosia per il resto dei fratelli, è tutta una questione di dosaggio e di delicatezza. Bisogna essere attenti a ciascuno, tenendo presente ciò che noi, come genitori, vogliamo trasmettere ai nostri figli.

Intervista di Antoine Pasquier

Tags:
genitori e figli
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
conduttore rai 1 diventa prete
Gelsomino Del Guercio
Addio al giornalismo: Fabrizio Gatta, il volto noto di Rai1, dive...
3
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
4
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
5
MATKA TERESA Z KALKUTY
Cerith Gardiner
In caso di necessità, l’efficacissima preghiera da 5 secondi di m...
6
Gelsomino Del Guercio
San Giuseppe sparisce dai Vangeli. Don Fabio Rosini ci svela il &...
7
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
Vedi di più