Aleteia
mercoledì 21 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo

Sapersi distaccare dai propri genitori, una questione essenziale per una giovane coppia

IN-LAW - FAMILY - COUPLE

© wavebreakmedia - shutterstock

Edifa - pubblicato il 26/09/20

Anche se le due prescrizioni di lasciare e onorare i genitori possono sembrare paradossali, sono comunque molto importanti per una coppia che vuole mettere su famiglia. Ecco alcuni suggerimenti su come tagliare il cordone ombelicale con i genitori e vivere una vita di coppia serena.

di Ariane Lecointre-Cloix

Da bambina, Estelle era sempre “leale e obbediente”. Crescendo è diventata indipendente, come i suoi fratelli e le sue sorelle prima di lei: ha studiato all’estero, è andata a vivere in un appartamento. Fu quando incontrò Guillaume che si è resa conto della dipendenza affettiva che la univa ancora ai suoi genitori: “Pensavo di essere autonoma, ma non lo ero così tanto”. Va detto che il suo fidanzato non corrispondeva esattamente alle aspettative dei suoi genitori. “Non pensavo di essere in disaccordo con loro su una scelta così fondamentale. Ho dovuto lavorare molto su me stessa per arrivare alle radici di questa dipendenza”, con degli appuntamenti con lo psicologo e dei ritiri spirituali. Mentre a volte la madre la chiama ancora “la mia bambina”, Estelle decide che Guglielmo sarà suo marito. “Quando l’ho detto ai miei genitori, hanno rispettato la mia scelta”.

Una necessità per la coppia

Saper lasciare i propri genitori è una questione fondamentale per i giovani che si impegnano. Padre Pierre-Marie Castaignos, che prepara molti fidanzati al matrimonio, ne sa qualcosa. “È una domanda che mi prendo il tempo di porre alle giovani coppie, li incoraggio a rivedere l’educazione impartita dai loro genitori. Anche se spesso hanno lasciato il nido familiare per studiare, è essenziale verificare che la loro indipendenza sia stata raggiunta”, soprattutto quando i fidanzati sono molto giovani. Il sacerdote fa il punto, concretamente: le vacanze estive saranno ripartite sistematicamente tra i genitori di ciascuno? La fidanzata chiama la madre tutti i giorni? L’eredità patrimoniale è soffocante? Abbiamo l’impressione di dover sposare un’intera famiglia?

Anche se è necessario, il distacco dai propri genitori è tuttavia doloroso, come constata Padre Cédric Burgun: “Poiché amiamo i nostri genitori, è difficile prendere le distanze da loro, tanto più che oggi c’è una maggiore dipendenza finanziaria ed affettiva”. La separazione può essere vissuta come un vero e proprio strappo per alcuni, soprattutto in famiglie molto affiatate, quasi come dei clan. L’altro fa aprire gli occhi e sotto lo sguardo della persona amata appaiono, a volte troppo brutalmente, i difetti, gli eccessi e le piccole mancanze dei genitori e dei fratelli.

Alice, racconta che è una volta fidanzata e poi sposata che si è resa conto che la sua famiglia era un po’ troppo esclusiva. “Eravamo una vera tribù! Quando ci ritrovavamo tutti insieme per il fine settimana, dovevamo fare assolutamente tutto insieme: la messa della domenica, i lavori nella proprietà, tutti i pasti. All’inizio non era nemmeno pensabile di fare una cena romantica in due, io e mio marito, nel ristorante locale”. Se ad Alice sta bene, non è il caso del marito, che è più indipendente, che non è cresciuto allo stesso modo, per il quale il taglio della legna non è una passeggiata, ed è esasperato nel vedere sua moglie “tornare ad essere la bambina che obbedisce ai suoi genitori”. La giovane donna è molto combattuta tra il desiderio di mantenere il suo status di figlia amata oppure quello di privilegiare relazioni serene nella coppia. Dopo quasi tre anni di matrimonio e qualche messa a punto, è riuscita a dire a sua madre con qualche piccolo senso di colpa che era soffocante sentirsi chiedere: “Quando tornate?” ogni volta che il loro soggiorno prendeva fine. Secondo Padre Burgun, un giusto rapporto con i suoi genitori “lascia liberi, non fa sentire in colpa, non costringe a nulla”.

Un distacco che s’impara dall’infanzia

Se ci concentriamo sui testi biblici, il rapporto con i genitori può sembrare paradossale. Così, il Decalogo mette nella prospettiva la necessità di “onorare il padre e la madre”, mentre la Genesi dice che “l’uomo lascerà il padre e la madre e si unirà alla moglie”. Per padre Burgun è importante non reagire in modo semplicistico e binario a queste ingiunzioni apparentemente contraddittorie, poiché “non c’è contraddizione in Dio! Con il matrimonio, l’uomo e la donna sono fatti per vivere una giusta autonomia, una giusta indipendenza”, e tagliare il cordone è un modo per onorare il padre e la madre: “La prima cosa che Dio ci chiede di fare è di lasciare i nostri genitori, ed è così che li onoriamo, perché diventiamo ciò che siamo. Permettiamo loro di essere quella coppia che lascia andare i propri figli e grazie alla quale diventiamo pienamente autonomi nella relazione coniugale. Cosi onoriamo la nostra vocazione”.

Questo distacco voluto da Dio si insegna fin dall’infanzia. Non ha effetto solo il giorno del matrimonio, ed è così vero che le persone non sposate devono vivere la loro vocazione lontano dai loro genitori. Un rapporto troppo esclusivo con la propria famiglia è, inoltre, uno dei freni all’impegno, come nota Padre Pascal Ide: “Il celibato non è una circostanza sfortunata”. Per questo sacerdote: “ognuno deve saper valutare giustamente ciò che deve ai suoi genitori. Non devono essere né demonizzati o idealizzati”. I single sono più portati a “uscire dall’immagine idealizzata dei genitori: l’amore che si dà loro deve essere realistico”. Il sacerdote consiglia anche di non cercare di imitare ciò che è accaduto accidentalmente ai loro genitori: un matrimonio giovane, una professione intellettuale, ma piuttosto le loro “virtù principali: la generosità della madre, la pazienza del padre”. Ognuno è così portato a progredire e a regolare la propria relazione con i genitori.

Se il rapporto con i genitori è oggetto di tensioni nella coppia, padre Burgun consiglia di dialogare per trovare soluzioni. “Il coniuge che è troppo vicino ai suoi genitori deve capire che l’altro soffre di questa relazione, è una sofferenza prima che un’accusa. Quanto a colui o colei che avrebbe difficoltà a comprendere il legame che unisce la persona amata ai suoi genitori, deve anche accettare che la famiglia fa parte del bagaglio. Quando ci sposiamo, diventiamo una cosa sola, ed è in questa unità coniugale che si devono onorare i quattro genitori”.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
famigliagenitori e figlimatrimonio
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più