Aleteia
mercoledì 21 Ottobre |
Santa Maria Bertilla Boscardin

Il bacio è un segno di impegno?

YOUNG COUPLE, KISS,

dekazigzag | Shutterstock

Edifa - pubblicato il 11/08/20

Il bacio sulla bocca è un bellissimo simbolo d'amore ed un segno insieme di dono e di accoglienza. Da qui la necessità, in una relazione amorosa, di un’attesa prudente per fare a tempo debito questo gesto importante.

di Denis Sonet

I baci sono a volte svalutati, impoveriti, standardizzati: baci per fare come tutti gli altri, per sedurre, per giocare all’adulto, o baci narcisisti, dove l’altro è solo uno strumento del proprio godimento. Eppure, in ogni gesto d’amore si nasconde una certa gravità.

Essere innamorati è come giocare a scacchi

Il bacio è troppo bello per essere sprecato. Come si può negare la densità, l’impatto del gesto in generale in ogni relazione umana? Il gesto è un formidabile mezzo di comunicazione: rende visibili e “palpabili” i sentimenti più profondi e forti. Allo stadio, guardate gli abbracci deliranti dei giocatori che hanno appena segnato un gol!

Nell’amore, credere che un gesto non abbia conseguenze è ingenuità: il gesto modifica il rapporto, c’è una singolare differenza tra il desiderare e il fare. Realizzare il desiderio è passare all’atto, fare un gesto d’amore significa cambiare qualcosa nel corso della relazione: passare dagli sguardi alle innocue carezze, dalle carezze al bacio, dal bacio ai rapporti sessuali, è ogni volta attraversare tappe che spesso comportano l’impossibilità di tornare indietro. Per l’innamorato è la stessa cosa che per il giocatore di scacchi: non appena ha mosso una pedina, la partita è iniziata, da qui la necessità di una lentezza prudente per mantenere in sospeso la mossa decisiva.

Quando il bacio ha conseguenze sul futuro

Per quanto il gesto abbia il suo posto normale nella relazione amorosa cominciata che poi alimenta, fortifica e celebra, deve essere messo in atto, in un rapporto iniziale, con cautela. Troppe persone che ricevono un bacio spesso tendono a pensare di essere follemente amate… e per sempre! “Perché mi hai baciato se non era una cosa seria?” dirà la donna il giorno in cui il suo spasimante metterà fine alla relazione. Il bacio è spesso visto come un vero e proprio impegno.

Il bacio può turbare, creare senso di colpa e segnare il futuro, portando a paragoni dannosi nella vita matrimoniale di domani e infine, rende le rotture più dolorose e più ci saremo spinti oltre, più dura sarà la separazione. Rompere con un rapporto platonico fa male, dopo uno scambio di baci appassionati, fa molto male, ma quando si è arrivati al punto del dono di sé, fa molto, molto male. Dopo mesi di convivenza, fa molto, molto, molto male, tanto male quanto il divorzio!

Certo, non bisogna drammatizzare le possibili conseguenze di gesti amorosi, come quelle di un bacio. Ma se sono vissuti “senza problemi”, è forse un segno che si sono terribilmente banalizzati: svuotati di ogni significato, hanno perso in qualità ciò che hanno trovato in quantità. “Il bacio migliore”, ha detto un giovane, “non quello più profondo, ma quello che dice di più “ti amo”.”

Tre condizioni perché un bacio diventi un vero simbolo d’amore

Se si desiderano gesti d’amore ricchi e appaganti che portino piacere e gioia, s’impongono tre necessità:

– Una necessità di senso: gesti che esprimono un amore autentico.

– Una necessità di verità: è importante che il corpo non parli una lingua diversa dal cuore, la verità nella relazione preserverà da molte sofferenze.

– Una necessità di autocontrollo: fare un passo indietro per vedere se c’è una corrispondenza tra gesti e sentimenti.

Solo a queste condizioni il bacio diventa allora un bellissimo simbolo d’amore, il segno sia di dono che di accoglienza. Credere nell’amore, nelle sue gioie, nella sua voluttà, significa rispettarne i segni, i riti, e vietarsi i simulacri e le profanazioni.

Il bacio è un gesto straordinario, per questo non si deve né prostituirlo né giocare con esso, ma preservarlo. È lo scambio dei respiri che significa lo scambio delle nostre profondità: “Mi allontano da me stesso per non essere più il mio proprio centro, ma che d’ora in poi tu sia il mio centro”. Amare è vivere per l’altro (donarsi) e vivere attraverso l’altro (accogliersi), e il bacio ne è il segno meraviglioso! Non c’è da stupirsi che i Padri della Chiesa abbiano potuto chiamare lo Spirito Santo “il bacio del Padre e del Figlio”!

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
amorebaciorelazione
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più