Aleteia
martedì 27 Ottobre |
Santi Luciano e Marciano

Trasformate le Palme in simbolo di buone azioni

© Catho Rétro

Edifa - pubblicato il 04/04/20

Questa Domenica delle Palme sarà molto particolare perché le chiese saranno vuote. Ma questo non significa che i fedeli non saranno in grado di brandire le loro palme e fare della settimana che sta iniziando una vera Settimana Santa.

La processione delle Palme inaugura la Settimana Santa, Gesù è presente e attivo nella liturgia della Chiesa. Se la liturgia evoca il passato, questa presenza misteriosa di Cristo fa sì che questo passato diventi attuale. Nella Domenica delle Palme, Gesù entra a Gerusalemme, la Città Santa, dove morirà e risorgerà e tutti i cristiani sono attori di questo dramma, sono le folle che raccolgono i rami per acclamare il Signore. Quella domenica Gesù è acclamato come il Grande Vincitore, entra a Gerusalemme per combattere, un po’ come in un torneo, Egli combatte contro tutte le forze del peccato e della morte ed il Suo supplizio misteriosamente è la via per la vittoria, la trappola che Egli tende alla morte che Lui vincerà con la Sua Resurrezione. I cristiani sono così sicuri della Sua vittoria, (non è forse il Figlio di Dio?) che Lo acclamano ancora prima dell’inizio della battaglia: “Osanna nel più alto dei Cieli!”.

Guardare oltre il gesto liturgico

Le palme sono il simbolo delle buone azioni con le quali acclamiamo il Signore in modo ancora più sostanziale e duraturo che con il gesto liturgico, i nostri rami saranno la nostra preghiera più fervente durante questa settimana. La nostra preoccupazione sarà quella di leggere, sul Messalino, i testi della liturgia.

Le palme saranno anche un esame più attento della nostra vita prima di ricevere il perdono per le nostre colpe e una risoluzione più seria per fare meglio, saranno le mortificazioni che ci imporremo questa settimana per prendere una piccola parte alla Croce di Cristo. Infine, e soprattutto, saranno i progressi che faremo nella carità, l’amabilità, nella disponibilità incondizionata verso tutti, ed il giorno di Pasqua, proveremo allora una gioia immensa!

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
domenica delle palme
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Mirko Testa
Quali lingue parlava Gesù?
Vedi di più