Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 18 Aprile |
Beata Savina Petrilli
home iconStile di vita
line break icon

Che ne dite di giocare a Top Chef in famiglia?

Shutterstock

Edifa - pubblicato il 30/03/20

E se invece di guardare la televisione e aspettare che passino i giorni di quarantena in casa, organizzaste un concorso di cucina in famiglia? Ecco un'attività che dovrebbe piacere sia ai piccoli che ai grandi!

di Olivia de Fournas

L’isolamento ci obbliga a trovare delle attività da fare con i nostri figli. E perché allora non organizzare un concorso di cucina, tipo Top Chef? Ecco una buona opportunità per divertirsi con la famiglia ed approfittare dei giorni di isolamento in casa per insegnare ai bambini a cucinare!

Per organizzare un concorso di cucina degno di questo nome, i genitori dovranno far parte della giuria fin dall’inizio. Se i bambini sono più di quattro, si dovranno creare delle squadre, e spetterà ai genitori verificare che le squadre non siano sbilanciate: piccoli contro grandi, ragazzi contro ragazze… Ogni bambino, o ogni squadra, tirerà a sorte uno dei tre piatti da preparare: primo, secondo, dessert, e il menù potrà essere ampliato con l’aperitivo e il cocktail… Con i bambini più grandi è possibile rendere più intensa la competizione imponendo un ingrediente, un tema o un codice cromatico da rispettare. Il conto alla rovescia è iniziato: le squadre hanno un giorno per trovare la loro ricetta, prepararla e servirla.

Elencare, assaggiare, scrivere

Per trovare il proprio piatto alcuni si precipiteranno su Internet, Instagram o Pinterest, utilizzando parole chiave, altri preferiranno chiedere aiuto ai nonni chiamandoli al telefono, ed essi saranno lieti di partecipare a questo concorso, anche se a distanza. Una volta scelta, la ricetta dovrà essere convalidata da un adulto, e i genitori potranno aiutare i figli a cucinare ed a garantire la loro sicurezza. Una volta che i tre piatti sono pronti, la giuria potrà assaggiarli e votarli.

Per fare questo, ogni membro della giuria dovrà portare un foglio di carta con i nomi dei partecipanti e quattro criteri di punteggio: gusto, cottura, presentazione, originalità; tuttavia, non c’è bisogno di scendere sotto i 15/20, in modo che i cuochi non ne abbiano un cattivo ricordo. Affinché la cucina non si trasformi in un campo di battaglia sarà possibile aggiungere un voto per il riordino. Al termine del concorso la giuria potrà distribuire un piccolo premio a tutti i partecipanti.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Don Davide conduce la nuova edizione de "I Viaggi del cuore"
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: la fuga dal seminario, l’amore per un&#...
2
Gelsomino Del Guercio
Scoperti nuovi frammenti della Bibbia: ma al posto di Dio c’è scr...
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di Dio con questa preghi...
5
Paola Belletti
È cieco chi vede in Isabella solo la sindrome di Down
6
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
7
MIGRANT
Jesús V. Picón
Il bambino perduto nel deserto ci invita a riflettere
Vedi di più