Aleteia
mercoledì 28 Ottobre |
Santi Simone e Giuda

Crisi di gelosia: come calmare il bambino in modo semplice

CHILD,TEMPER TANTRUM

Shutterstock

Edifa - pubblicato il 02/03/20

Capita spesso che i bambini siano gelosi, e possono manifestarlo in vari modi, compresi una crisi di nervi o il rifiuto di obbedire. Ecco alcuni metodi per affrontare le lacrime dei bambini gelosi.

di Élisabeth Content* 

Sappiamo accogliere la gelosia del nostro bambino, senza censurarlo o soffocarlo con un giudizio morale negativo? “È molto brutto quello che dici, non ne hai il diritto, guardati intorno, hai tutto per essere felice!” C’è in questa risposta una confusione tra ascoltare e approvare.

L’ascolto è una necessità

Anche se è per dare consigli a vostro figlio, siete tentati di rispondergli o interromperlo con un giudizio negativo, ricordatevi che ha semplicemente bisogno di essere ascoltato. Le emozioni, così come i sentimenti che suscitano, nascono senza preavviso e sono provocati dalla nostra percezione del mondo. Moralmente neutri, sono altrettanti strumenti che la natura ci dà per affrontare le difficoltà della vita. Se forniamo spiegazioni razionali che si tingono di moralismo invece di sentirne il contenuto, esprimiamo all’altra persona che ciò che sente e cerca di dire non è giusto. Quando l’ambiente nega i sentimenti, il bambino sminuisce sé stesso e agisce secondo ciò che gli altri si aspettano da lui. Ascoltarlo è aiutarlo a costruirsi come persona. Non essere ascoltati o compresi dà l’impressione di sbattere contro un muro e può suscitare un sentimento di violenza. Tutto ciò che è stato rinchiuso come in una pentola a pressione si trasforma in rabbia, aggressività, agitazione, menzogna, o si esprime attraverso vari modi: mal di stomaco, mal di testa, febbre inspiegabile. Il ruolo dei genitori è quello di aiutare il bambino a resistere all’impulso che la gelosia può provocare, infatti se l’ascolto è vitale, è anche essenziale porre dei limiti alle passioni per non diventarne schiavi: “Sì, puoi provare gelosia, ma non è un motivo per far male a tuo fratello”.

Non dimenticare di dire “Ti voglio tanto bene!”.

Per rassicurarlo del nostro affetto, lo aiuteremo a non rimanere nella gelosia con dei comportamenti inaccettabili. Il bambino, allora, sarà in grado di differenziare ciò che sente e ciò che ne fa con esso e di cui è responsabile e che potrebbe diventare un peccato. Questo ci riporta alle parole del Vangelo: “Non c’è nulla fuori dell’uomo che, entrando in lui, possa renderlo impuro. Ma sono le cose che escono dall’uomo a renderlo impuro” (Mc 7, 15). Il nostro bambino può vivere delle emozioni che ci spaventano e ci lasciano disarmati. Cosa ci vuole dire la sua gelosia attraverso la sua rabbia? Che messaggio vogliamo dargli? Se è un messaggio d’amore, dovrà essere incoraggiante ed affettuoso: “Ti voglio bene”. Un piccolo ha bisogno di sentirsi dire queste parole, insieme ai divieti necessari, che possono diventare più facili da dire.

———
*Élisabeth Content è Consulente e terapeuta per il matrimonio e la famiglia)

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
educazione
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Mirko Testa
Quali lingue parlava Gesù?
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Catholic Link
7 armi spirituali che ci offrono i santi per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più