Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Avete paura di andare in pensione? Recitate questa preghiera

Old person - Pray - Thinking - Grand mother
©stockfour
Condividi

Il pensionamento per molti è un’angoscia. Il cambiamento di ritmo, la perdita di identità sociale, la paura del vuoto, la solitudine… Anche per chi lo sogna, l’inizio di una nuova vita porta con sé una certa dose di stress. Ecco una preghiera che può aiutare tutti noi ad avvicinarci a questa svolta serenamente e a vivere una pensione felice.

La pensione è molto più di una lunga vacanza ed è una vera e propria nuova fase della vita. C’è chi la teme, chi vorrebbe continuare a lavorare, o, al contrario, chi, logorato dal lavoro, l’aspetta con impazienza. Eppure tutti si preoccupano per questo momento. Cosa fare nel tempo libero? Come combattere la solitudine? Come sopportare “a tempo pieno” il vostro amato coniuge? Cosa si può fare per rimanere attivi? La preghiera è preziosa e può aiutare a rispondere a queste domande. Il Mouvement Chrétien des Retraités (MCR) (movimento cristiano dei pensionati) lo ha capito molto bene. Scoprite la bella preghiera che vi propone di fare per vivere con cuore leggero il periodo del pensionamento.

Padre di tutti gli uomini, eccoci qui davanti a Te mentre andiamo in pensione. Ti ringraziamo e Ti benediciamo per tutti gli anni passati e, in particolare, per gli anni di lavoro. Nel tuo amore, perdona e correggi i nostri errori. Insegnaci solo a rimpiangere di non averTi amato abbastanza, non avendo amato gli altri come Tuo Figlio Nostro Signore Gesù Cristo, li ha amati. Ti chiediamo di continuare a guidarci affinché siamo presenti nella società di oggi, testimoni attivi della Tua presenza e del Tuo amore. Crediamo nel valore della persona umana, di ogni persona, ricca o povera, felice o sofferente, sana o costretta a letto, giovane o anziana, perché sappiamo che Tu sei il Padre di tutti gli uomini, e che accogli ciascuno come un Tuo figlio. Signore Gesù, Ti chiediamo di riempire i nostri giorni con la Tua presenza di Risuscitato. Ora abbiamo un po’ più di tempo per ascoltare la Tua Parola e nutrirci di essa. Tu, che hai lavato i piedi dei Tuoi apostoli, insegnaci ad essere umili servitori dei nostri fratelli e sorelle, specialmente di coloro che ci circondano, di coloro che conoscono le prove della malattia o della solitudine, dei “nostri vecchi” che Tu ami particolarmente. Spirito Santo, rendici accoglienti con tutti, figli, nipoti, vicini e amici. Fa’ che sappiamo essere il legame tra tutte le generazioni, senza giudicare chi non vive come abbiamo vissuto noi. Aiutaci a capirli. Insegnaci ad affrontare le difficoltà e le tensioni con lucidità, ad essere sempre disponibili, soprattutto a chi dice di non credere in Te. Inoltre, aiutaci a non ripiegarci su noi stessi, ma a rimanere sempre attenti agli altri, a chi ci ha preceduto e a chi ci segue.

O Dio, Trinità dell’Amore, Tu sei la nostra Vita. A Te sia la Gloria, oggi e nel giorno in cui verremo a Te.
Amen Alleluia

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni