Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!
Aleteia

Siete troppo esigenti con i vostri figli o forse non abbastanza?

TEENAGER
Monkey business images | Shutterstock
Condividi

Ci sono dei genitori che si aspettano molto dai propri figli ed altri che pensano di dover fare quasi tutto al loro posto per semplificarli la vita. Qual è dunque l’atteggiamento giusto da tenere con la vostra prole? Possiamo ispirarci agli insegnamenti della Bibbia.

di Alain Quilici

A volte pensiamo che dobbiamo fare tutto il possibile per semplificare le cose ai nostri figli e crediamo di fare la cosa giusta quando teniamo una disciplina non troppo rigorosa, richiediamo un servizio minimo ed eliminiamo loro le difficoltà. A volte temiamo di chiedere troppo, ma questo in realtà è un errore fatale, infatti non sono le esigenze di cui hanno paura, ma la mancanza di esigenze!
 
Ciò che un giovane cerca nell’entusiasmo della sua gioventù è proprio la difficoltà e l’ostacolo da superare. Pensiamo alla risposta di Gesù al giovane ricco: “Se vuoi essere perfetto, va’, vendi quello che possiedi, dallo ai poveri e avrai un tesoro nel cielo; e vieni! Seguimi!” (Mt 19,21). Questa dev’essere la norma.
 
Qual è l’esempio che ci dà il Signore?
 
Il Signore non ha delle piccole esigenze, ragionevoli e alla portata di tutti: ci chiede tutto!  Gli apostoli proruppero in esclamazioni davanti alle esigenze del Signore: “A queste parole i discepoli rimasero molto stupiti e dicevano: “Allora, chi può essere salvato?”. Gesù li guardò e disse: “Questo è impossibile agli uomini, ma a Dio tutto è possibile” (Mt 19,25). E quando Gesù disse loro di prendere la loro croce e di seguirlo, non ebbe paura di spaventare i mediocri: diede l’esigenza più grande, l’unica che valga veramente la pena.
 
Satana invece propone le vie facili e comode, per esempio quando Gesù nel deserto ebbe fame, lui Gli propose di cambiare le pietre in pane! Oggi non mancano le proposte per una vita facile, basta guardarsi intorno: ci viene proposto di vincere dei soldi facilmente o dei regali gratis, dei viaggi da sogno, delle macchine poco costose, ecc.

Quali sono le esigenze per un cristiano?
 
Nonostante ciò che si tende a dire, non mancano oggi dei giovani pieni d’ideali, alla ricerca di grandi esigenze, disposti a percorrere strade impegnative e a darsi fino in fondo. In realtà forse ciò che manca sono degli adulti che abbiano l’audacia di chiedere quanto chiede il Signore; mancano dei santi che abbiano l’audacia di dire con San Paolo: “Diventate miei imitatori, come io lo sono di Cristo” (1 Cor 11,1).

Molti giovani non aspirano ad una vita più facile, ma ad una vita più esigente; non aspirano a delle esigenze a basso costo, ma a delle esigenze grandi e nobili, che meritano che diamo la nostra vita per esse. “Ogni atleta è disciplinato in tutto; essi lo fanno per ottenere una corona che appassisce, noi invece una che dura per sempre. Io dunque corro, ma non come chi è senza mèta; faccio pugilato, ma non come chi batte l’aria” (1 Cor 9,25-26).
 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni