Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 26 Marzo |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Sei metodi semplicissimi per studiare le parabole con i figli

MATKA Z CÓRKĄ

epixproductions | Shutterstock

Edifa - pubblicato il 22/12/19

Il Vangelo contiene molte parabole il cui significato spesso “sfugge” ai bambini. Come leggere queste parabole con loro mentre li aiutiamo a capirle, a memorizzarle, a meditarle, ad assimilarle, cioè a farle "loro", come si assimila un cibo?

1. Lasciatevi ispirare dalla vita quotidiana

WEB3 FRENCH QUOTES 3 CHILD GOAT LAUGH FIELD FARM ANIMAL SMILE shutterstock_107363132

Collegare una parabola ad un evento vissuto nel corso della giornata pone il bambino nella situazione dei contemporanei di Gesù: gli esempi scelti da Lui diventano concreti per il bambino e gli parlano. Ciò è particolarmente importante soprattutto per gli abitanti delle grandi città che non hanno molte opportunità di vedere, oltre che in televisione o nei libri, un campo di grano, una pianta che cresce, un frutto su un albero o un gregge di pecore.

2. Utilizzate i libri

MOTHER READING TO DAUGHTER
Shutterstock

Per illustrare la parabola e ricordare al bambino ciò che ha visto durante la giornata, possiamo utilizzare un libro, che sia un’opera religiosa con parabole illustrate o un qualsiasi altro libro con immagini o disegni appropriati (vite, campi di grano, pecore, ecc.).

3. Mimate e illustrate le parabole

COLOURING
Shutterstock-Yuganov Konstantin

Come in ogni brano evangelico, il testo può essere mimato dai bambini, che mettono così in scena non solo il racconto proposto da Gesù, ma anche il suo significato profondo. Ad esempio, i bambini possono mimare il Vangelo della pecorella smarrita e ritrovata, rappresentando prima il gregge, la pecora smarrita e il pastore che la insegue, e infine il peccato, il pentimento e la gioia del perdono.

Le parabole possono anche essere spunto per disegni o vari oggetti di bricolage, ad esempio semi incollati, pecorelle di cotone con zampe fatte coi fiammiferi, grappoli d’uva o altri frutti fatti con la pasta di sale e così via.

4. Preparate l’angolo della preghiera

Coup de cœur pour ces 10 coins prière des lecteurs d’Aleteia
Angèle C.
Le coin prière d'Angèle

L’angolo della preghiera può essere abbellito secondo la parabola scelta, per esempio con un mazzo di spighe di grano, fogliame, semi germogliati, piccoli fiori di campo, piume di uccelli trovate a terra o disegni e foto che evocano questi elementi naturali.

5. Mettete le parabole nel cuore della preghiera familiare

FAMILY PRAYING
Shutterstock

Leggere una parabola, mimarla, illustrarla, non basta ovviamente. Tutto ciò è solo un’introduzione a ciò che è essenziale, vale a dire alla preghiera. Può anche essere un ottimo modo per rinnovare un po’ la preghiera familiare, per esempio iniziando a parlare di una scoperta o di un evento della giornata, come una passeggiata nei vigneti, raccontiamo o leggiamo la parabola, ripetiamola con gesti e gradualmente raccogliamoci per entrare nella preghiera silenziosa. Alcune parole ad alta voce e un canto possono prolungare questa preghiera prima di recitare insieme il “Padre nostro” e l’”Ave Maria”, come ogni sera.

6. Meditare sui testi del Vangelo

CHILD THINKING
Kostenko Maxim I Shutterstock

La parabola può anche servire da trama per un esame di coscienza. Quella del seminatore ci invita a metterci in discussione sul modo in cui riceviamo la Parola, quella della pecorella sperduta sulla nostra disponibilità a lasciarci trovare dal Divin Pastore, ecc.

Godiamoci le vacanze per riscoprire in famiglia queste parabole che il Signore ci dà per aiutarci a trovare la via per il Suo Regno.

Tags:
educazione
Top 10
See More