Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 27 Febbraio |
Aleteia logo
For Her
separateurCreated with Sketch.

Riordinare, buttare, smistare… Perché non mettere un po’ di ordine a casa vostra?

MATKA SPRZĄTA ZABAWKI

Shutterstock

Edifa - pubblicato il 17/11/19

Inciampate sempre nei giocattoli dei vostri figli, i vestiti sono sparsi per terra e le cose di ciascuno si trovano un po’ ovunque? Dite “basta”, prendete le cose in mano e seguite questi piccoli consigli per mettere a posto e mantenere la vostra casa pulita e ordinata!

di Bénédicte Drouin

Proponete alla vostra famiglia di guardare la vostra casa con uno sguardo nuovo. Avete senza dubbio più spazio per riordinare di quanto pensate, solo che il disordine e gli imperativi della vita quotidiana non vi danno la possibilità di notarlo… Riordinate assicurandovi che gli oggetti utilizzati regolarmente siano a portata di mano. In alto, mettete quelli che usate raramente e in basso quelli più pesanti. Se avete la sensazione che manchi dello spazio per riordinare, alzate gli occhi: i muri e gli angoli vuoti possono ospitare degli scaffali nuovi. Comprare tre mensole non vi costerà granché e moltiplicherà la possibilità di riordinare (pensate a sfruttare il più possibile sia la larghezza che l’altezza). Non dimenticate inoltre che potete riordinare delle cose sotto i letti e dietro i mobili. Questi spazi possono essere ottimizzati grazie a vari accessori, come delle scatole sovrapposte o a rotelle, oppure dei divisori per cassetti che possono rivelarsi molto utili. Permettono infatti di sistemare e suddividere lo spazio, facilitano lo smistamento e aiutano a mantenere l’ordine. Le scatole di plastica per esempio, hanno il vantaggio di resistere al tempo, agli urti e alla polvere.

Organizzate il vostro armadio e dite “no” ai vestiti appallottolati

ORGANIZATION
Alesiakan - Shutterstock

Per quanto riguarda i vestiti, siete sicure che i membri della vostra famiglia utilizzino tutto ciò che si trova nei loro armadi? Fate provare gli abiti, eliminate ciò che è consumato o strappato e mettete da parte ciò che è troppo piccolo o troppo grande, ma che potrete riutilizzare in futuro per altri figli. Riordinateli in un sacco, valigia o scatolone che potrete identificare facilmente: non esitate a scrivere su un’etichetta ciò che contiene. Questo vi eviterà di smuovere mari e monti quando ne avrete bisogno di nuovo. Tenete negli armadi solo ciò che utilizzerete durante la stagione in corso.

Siate razionali nel vostro modo di sistemare se volete che anche i vostri figli siano un po’ più ordinati. Utilizzate una logica di riordino che tutti possano capire e aiutate i più piccoli a rispettare le varie categorie di vestiti con delle etichette colorate, dei disegni incollati alle mensole, delle scatole o altri accessori. Per i più piccoli, gli spazi per riordinare devono essere accessibili e, se possibile, divertenti: utilizzate degli appendiabiti simpatici, dei ganci con i loro eroi o dei portapigiama personalizzanti…

Smistate i vostri vestiti e fate una bell’azione!

Imparare a riordinare significa anche imparare a dare ciò che è di troppo o che non sarà più utilizzato in futuro. Famiglie amiche, cugini e associazioni caritatevoli le riceveranno con gioia. Se mettete ciò che è di troppo in una scatola, ciascuno potrà scegliere ciò che più gli piace. E perché non creare un po’ di solidarietà tra famiglie? Ciascuno se ne serve e quando i capi o gli oggetti non sono più utili, si passano ad un’altra famiglia che ne ha bisogno…

Aiutate i vostri figli che hanno difficoltà a riordinare

Sistemate l’angolo studio dei vostri figli: in ogni stanza delimitare un’area di lavoro e uno spazio per il gioco, in questo modo la loro concentrazione sarà facilitata. Le camerette utilizzate da più bambini sono più difficili da gestire: utilizzate per esempio dei letti a castello per guadagnare spazio.

Per i giocattoli non chiedete ai vostri bambini di riordinarli e di prendersene cura senza dare loro la possibilità di farlo. Santa Teresa delle Ande diceva: «Dovremmo avere un amore ordinato per tutte le cose». Fate quindi in modo che i vostri figli amino mantenere pulite le loro camere. Fino all’età di 10 o 12 anni i bambini hanno bisogno di essere accompagnati e guidati per essere efficienti: scatoloni, mensole o altri tipi di scatole, facilmente identificabili li aiuteranno ad essere più meticolosi. Utilizzate inoltre dei colori o dei contenitori originali affinché possano orientarsi facilmente. Per fare in modo che il riordino non sia troppo noioso per loro, evidenziate lo scopo. Ad esempio, spiegate loro che dovete riordinare per liberare dello spazio per l’angolo studio o per un nuovo scaffale, oppure per dare delle cose ad una famiglia o ad un’associazione che ne ha bisogno…

Prima di precipitarvi nei supermercati, smistate e riordinate… ritroverete così delle cose che non pensavate nemmeno di avere. In fondo agli armadi quanti quaderni non terminati, quanti fogli bianchi e quante penne? Imparare a riordinare significa anche imparare a non sprecare! Trovate un luogo per ogni oggetto: mettete i pennarelli dentro un barattolo, i pastelli colorati in un altro, i quaderni in una bella scatola… Quando avrete terminato di sistemare, «assicuratevi di conservare l’ordine e l’ordine vi conserverà» come diceva San Bernardo di Chiaravalle.

Tags:
casacasalingamamme
Top 10
See More