Aleteia
lunedì 26 Ottobre |
Santi Crispino e Crispiniano

Vostra moglie vuole fare tutto in coppia? Osate dirle di “no”

Man - Couple - Shopping - Bags - Bored

© wavebreakmedia

Edifa - pubblicato il 28/10/19

Fare tutto insieme è il sogno di molte mogli. Dirsi tutto, condividere tutto, essere un tutt’uno, vivere fianco a fianco, mano nella mano. Un desiderio di amore autentico che non sempre è condiviso dagli uomini... Ma come spiegarlo a vostra moglie, evitando di litigare? 

di padre Denis Sonet 

Molte mogli si lamentano che i loro mariti non sentono il bisogno di condividere di più con loro la vita di tutti i giorni. “Ho l’impressione che mio marito sia un uomo sposato single! So che mi ama, ma vorrei tanto che facessimo delle attività insieme. Come per esempio, andare ad un ritiro spirituale, pregare, o fare shopping. Appena non è più con me, mi manca”. E quando il marito ha la sensazione di soffocare e rifiuta di creare una relazione fusionale e alienante, la moglie si chiede se è davvero innamorato.

Fare tutto insieme è una missione impossibile?

Nel libro Gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere, l’autore americano John Gray dà una spiegazione molto semplice (semplicistica come diranno alcuni): le donne non hanno ancora capito che uomini e donne non provengono dallo stesso pianeta? La loro visione della coppia è fin dal principio radicalmente diversa. L’uomo sente periodicamente il bisogno di ritirarsi “nella sua caverna”, come spiega l’autore. In passato, si diceva che l’uomo funziona a compartimenti stagni: quando è al lavoro, in riunione o in palestra si dimentica che una donna pensa a lui e desidera la sua compagnia. La donna, generalmente, ha bisogno di una presenza costante da parte della persona amata. Mentre l’uomo pensa che una coppia è fatta per respirare, che ha bisogno di momenti di libertà alternati a momenti profondi di unione e d’intimità. Non è sempre facile vivere fianco a fianco per tutto il giorno, quindi, quando si hanno maggiori spazi di libertà, non è più grande il piacere di ritrovarsi?


WOMAN, BINOCULARS, RED

Leggi anche:
Ho scoperto una galassia lontanissima: sono riuscita a capire mio marito!

Ma forse dobbiamo cercare la risposta altrove. Il problema della coppia non è tanto di “fare tutto insieme”, ma di “fare tutto in funzione dell’altro”. Non è possibile “fare tutto insieme”, soprattutto oggi in cui la vita professionale e le varie attività non ci permettono di vivere costantemente l’uno vicino all’altro. L’innamorato che inizia la sua vita matrimoniale dicendosi “non ci lasceremo mai”, dovrà fare i conti con la realtà. Infatti, la vita separa tanto quanto unisce. Eppure questa unità a cui la coppia innamorata aspira è possibile, nella misura in cui ciascuno dei due coniugi pensa all’altro, a cosa direbbe o a cosa farebbe.

Insieme, al di là delle separazioni

Pensando all’altro, in effetti, il marito non dimenticherà che è sposato nella sua vita professionale o nelle varie attività di tutti i giorni. “Che consiglio mi darebbe mia moglie di fronte a questo problema?” Così, nella sua reazione considererà anche il pensiero della moglie. Allo stesso modo, per esempio, la moglie che va da sola a Messa in settimana, non perderà tempo a sospirare malinconica per l’assenza del marito, ma lo porterà nella sua preghiera, dicendo a Dio anche le parole che lui stesso avrebbe pronunciato se fosse stai lì.

Quest’unione di pensiero trascende le separazioni. Tuttavia è necessario che la coppia abbia dei momenti di confronto e di dialogo, di modo che possa crearsi un’osmosi reciproca di concezioni, di aspirazioni, di aspettative, di gioie e di dolori.

Dopotutto la nostra relazione con Dio non è sorprendentemente simile a questo rapporto di coppia? Non ha nulla di fusionale, eppure, nonostante i silenzi del Signore è ricca e profonda, grazie a dei momenti forti come l’ascolto della sua Parola nel Vangelo e soprattutto l’accoglienza calorosa della sua Presenza Eucaristica.




Leggi anche:
Le 6 cose da non fare mai con tuo marito

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
coppiamatrimonio
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
fedez don alberto ravagnani
Gelsomino Del Guercio
Fedez e don Alberto Ravagnani: confronto su s...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
EVGENY AFINEEVSKY
Camille Dalmas
Come Afineevsky ha recuperato l‘estratto sull...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più